Sabato 8 Maggio 2021

Dagospia rivela: “Foto scandalo di Bocchino e Carfagna”

Napoli, 08 marzo 2011 – Il triangolo no. Né a considerarlo, né a
pubblicarlo, sia pur virtualmente. Ma tant’è. Il triangolo sarà pure
un’ipotesi. Un teorema giornalistico. Puro gossip. Ma è nero su bianco nel racconto del giornalista Roberto D’Agostino, che rimarca una leason di cui troppe volte s’è spettegolato. Quella tra Italo Bocchino, napoletanissimo vicepresidente di Futuro e Libertà, e la salernitana Mara Carfagna, ministro berlusconiano (chissà ancora per quanto, berlusconiana, non ministro) alle Pari Opportunità. Nel mezzo, la consorte del primo, Gabriella Buontempo. Tutto ha inizio con il titolone seguito da servizio in prima persona sul sito Dagospia a firma del suo direttore, D’Agostino. Sintetizzato nel titolo sommario. “La tragedia di un ometto che, fedele alla tradizione napoletana, chiagne e fotte”. Col prosieguo argomentato: “Come mascherare una crisi coniugale minata dalla affettuosa amicizia con Mara Carfagna con una risibile calunnia che fa acqua da ogni sms”. Segue la denuncia di Roberto D’Agostino contro l’esponente futurista. Bocchino aveva parla di un “ricatto” subito da D’Agostino. All’origine c’è una telefonata tra D’Agostino e Luigi Bisignani (“giornalista e uomo d’affari risultato in passato iscritto alla loggia P2”) fatta ascoltare a Bocchino dai magistrati che indagano sulla cosiddetta “loggia” napoletana, che lo hanno convocato come testimone. “I magistrati – racconta Bocchino – mi hanno fatto ascoltare la registrazione di una telefonata tra D’Agostino e Bisignani. Il primo diceva che me l’avrebbe fatta pagare per quanto avevo detto in televisione”. Il riferimento era alla puntata del 23 settembre scorso di “Annozero” in cui l’esponente di Fli aveva denunciato il dossieraggio sulla casa di Montecarlo ad opera “del direttore de l’Avanti Walter Lavitola”, ripreso dal sito Dagospia. Racconta Bocchino, D’Agostino parla a Bisignani di alcune mie foto in compagnia di Mara Carfagna e dice che il giorno dopo avrebbe chiamato mia moglie. La cosa è puntualmente avvenuta. Ha telefonato a Gabriella e le ha detto che avrebbe pubblicato le immagini che mi ritraevano mentre ero all’hotel Vesuvio di Napoli in compagnia della Carfagna, entrambi in accappatoio. Era una calunnia”. Così la chiosa del parlamentare. Da qui, l’epilogo. D’Agostino denuncia per diffamazione il deputato: Rivendico, come giornalista – dice – il mio diritto di chiamare al telefono
anche il diavolo in persona pur di ottenere notizie e indiscrezioni e scenari prossimi venturi”. Insomma, val bene indagare. Ma il triangolo, meglio non considerarlo.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27