Giovedì 21 Ottobre 2021

Libia, nave sequestrata L’ansia dei parenti

Napoli, 24 marzo 2011 – Al sollievo di sentirli al telefono sani e salvi fa
seguito l’ansia di una nuova attesa. Ancora nessuna novità dal quartiere generale dell’Augusta Offshore, società armatrice proprietaria del rimorchiatore Asso 22 da domenica in mano di militari libici. Le ultime notizie ufficiali sulla sorte del rimorchiatore e degli 11 marinai a bordo, di cui due campani, risalgono a 48 ore fa, quando l’imbarcazione, dopo due giorni di navigazione nelle acque del Mediterraneo, sotto il controllo dell’unità di crisi italiana, ha fatto ritorno nel porto di Tripoli. Una volta entrati in porto, i militari libici hanno consentito ai marinai di chiamare le proprie famiglie con cui erano state interrotte le comunicazioni dal giorno del sequestro. I marinai hanno così potuto tranquillizzare genitori e mogli sulle proprie condizioni e sul trattamento ricevuto. Il fratello del comandante, Cosimo Chiavistelli, ha anche reso noto che i militari libici sono scesi dalla nave. L’ultimo contatto dei marittimi con i familiari risaliva alla giornata di sabato. Domenica mattina alle 8.30, infatti, il sequestro.
Secondo la ricostruzione dei fatti, a bordo sono saliti alcuni militari
armati e la nave ha preso il largo prima, apparentemente diretta verso una piattaforma, ma poi ha deviato percorso navigando nel Mediterraneo fino al rientro nel porto di Tripoli. Un ritorno su cui l’armatore dell’Augusta Mario Mattioli ha espresso «cauto ottimismo sulla rapida risoluzione della vicenda» ed ha aggiunto di aver molto apprezzato che i militari libici, saliti a bordo, abbiano trattato con riguardo tutto l’equipaggio». Resta, tuttavia, da confermare ora la presenza o meno dei militari libici sull’Asso 22 ormeggiato in porto.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27