Mercoledì 27 Ottobre 2021

Droga dei Vip sull’asse Napoli-Ischia

Napoli, 21 aprile 2011 – Panini, scarpe. Addirittura pillole per il mal di
testa. Il codice era semplice da formulare, di certo un po’ più complicato
da codificare. Il riferimento è alle dosi di cocaina e hashish richieste.
Dosi massicce, che hanno viaggiato per molto tempo lungo l’asse
Napoli-Ischia, con la camorra di Santa Lucia, quella dei Mazzarella, a
rifornire, e una clientela di insospettabili della Napoli e della Ischia
bene a fruirne. E’ quanto emerge dall’inchiesta che ha portato ieri
all’arresto di 19 persone, da parte dei carabinieri, tra l’isola del Golfo e
il capoluogo, destinatarie di un’ordinanza di custodia cautelare della
Procura antimafia in calce all’accusa di associazione per delinquere
finalizzata al traffico e spaccio di droga.
Una banda composta da 15 ischitani e 5 napoletani , tutti di età compresa tra 20 e 30 anni, tranne un uomo di 51 anni. Tra gli arrestati vi sono cinque giovani donne. A far scattare le indagini dei carabinieri fu l’incendio di cinque auto nel Comune di Lacco Ameno, nella notte del 2 Aprile 2009. Gli investigatori hanno accertato che l’incendio rientrava in un regolamento di conti tra alcuni degli indagati. Per ricostruire ruoli e attività della banda sono state fondamentali le intercettazioni telefoniche. Criptato, ma neppure tanto, il linguaggio utilizzato dagli spacciatori. Ecco che nelle conversazioni emergono termini come, appunto, “scarpe”, “caffè”, “pillole per il mal di testa” e “bottiglie d’olio” per indicare le dosi di sostanza stupefacente. Lo “sfratto” stava invece a indicare piccoli pezzetti di hascisc avanzati dalla vendita. In una circostanza, dopo che i carabinieri avevano perquisito la sua abitazione senza però trovare droga, uno degli indagati dice a un complice: “I cattivi hanno attaccato la diligenza però sta tutto a posto. In un altro
caso la droga viene ordinata via sms; l’acquirente, usando una originale
metafora, si raccomanda che sia di buona qualità: “Sono pronto ma ho ancora fame, voglio un altro panino, ma stavolta intero e non mozzicato, fammi sapere, rispondimi”.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27