Mercoledì 27 Ottobre 2021

Rifiuti, cresce la multa dell’Ue

Napoli, 14 ottobre 2011 – 625mila euro al giorno. Tanto costerà ai napoletani la maximulta dell’Unione Europea sulla gestione scellerata dell’emergenza rifiuti a Napoli e in provincia. Il tempo stringe. Se entro il 28 novembre prossimo non arriverà a Bruxelles un piano certo per risolvere il dramma della spazzatura, i cittadini campani saranno costretti a sborsare una valanga di milioni. Di fronte alla previsione di essere multati dall’Unione Europea per le insufficienze nel sistema di raccolta e negli impianti, era stato fissato un incontro tra Caldoro, De Magistris, Cesaro ed il ministro per le politiche europee, Anna Maria Bernini. Il vertice però è saltato per via del voto di fiducia sul governo e, in attesa che venga fissata una nuova data, ci si punta il dito contro. “E’ colpa della Regione che non ha mai realizzato gli impianti”. “E’ colpa del Comune che non vuole costruire gli inceneritori”. “E’ colpa della Provincia che gestisce una grossa fetta del ciclo dei rifiuti”. Chiacchiere ma soprattutto responsabilità che, se venissero confermate, porterebbero una nuova tegola sulle già disastrate casse campane. Le istituzioni coinvolte non riescono ad intraprendere una strada comune. A guardare lontano ci aveva provato palazzo San Giacomo mettendo in campo soluzioni che però si fanno ancora attendere. Come la partenza delle navi per l’Olanda e della raccolta differenziata porta a porta. Mentre la Regione continua invece sulla linea delle discariche e dell’inceneritore, altra soluzione che in questi ha prodotto risultati poco soddisfacenti. In ogni caso, se l’obiettivo non sarà centrato, si andrà incontro a tre diverse sanzioni. Innanzitutto resteranno congelati i 145 milioni previsti dai Por. Se, poi, la commissione deciderà di deferire la Campania alla Corte, scatteranno le multe. In tal caso, sarà previsto il pagamento di una cifra forfettaria non inferiore agli 8 milioni e che verrà calcolata su base quotidiana a partire dal giorno dell’avvio della procedura fino all’eventuale condanna.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27