Martedì 13 Aprile 2021

Camorra, Pisani: fuochi d’artificio senza autorizzazioni per il clan

Napoli, 16 novembre 2011 – Pensava proprio a tutto l’ex capo della squadra mobile di Napoli, Vittorio Pisani, coinvolto nell’inchiesta della Dda sul riciclaggio di soldi della camorra nel settore della ristorazione. L’ex super poliziotto, infatti, concesse al boss Bruno Potenza, pregiudicato per usura indagato nella stessa inchiesta e proprietario di un ristorante a Pozzuoli, l’autorizzazione a sparare fuochi d’artificio durante l’intero anno solare facendo pressioni sul commissariato della zona flegrea. E sono stati proprio due funzionari di polizia, che si sono succeduti alla guida del commissariato in questione, a far emergere quanto accadeva. Secondo le deposizioni che Giovanni Mandato e Antonio Canta hanno reso ai pm Sergio Amato ed Enrica Parascandalo, dal 2005 al 2009 Vittorio Pisani sarebbe intervenuto più volte per far rilasciare a Potenza le autorizzazioni necessarie per sparare fuochi d’artificio dal suo ristorante, Villa delle Ninfee. In sostanza i fatti andarono così: Bruno Potenza si recò in commissariato per presentare la richiesta al rilascio dell’autorizzazione. In particolare il boss richiedeva un’autorizzazione che non fosse limitata a specifiche cerimonie, ma che avesse una durata periodica. Giovanni Mandato però gli spiegò che non era possibile rilasciare un’autorizzazione di lungo periodo. Ed ecco che entra in gioco Pisani. “Ricordo che fui contattato telefonicamente dal collega Pisani – ha dichiarato il poliziotto – il quale mi disse che c’era una persona che voleva incontrarmi in quanto intendeva richiedere delle autorizzazioni per i fuochi. Nel dirmi ciò mi indicò il nome di Bruno Potenza, il quale tornò da me a nome del collega Pisani”.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27