Lunedì 18 Ottobre 2021

Sono contrario alle emozioni

Vincenzo Malinconico è un avvocato di Salerno, ma di rito napoletano, con pochi clienti,  due figli che non se lo filano molto e una  moglie che lo ha lasciato anche se lui direbbe che è “diversamente” sposato. Questa è la sua terza apparizione in un libro di Diego de Silva che attraverso le sue avventure traccia il ritratto di un modo di vivere e di un modo di essere che può avere come sfondo solo una città come Napoli.“Sono contrario alle emozioni”, infatti, è un romanzo napoletano dai bizzarri esiti filosofici in cui si narrano le gesta poco giudiziare e molto umane di questo mite avvocato alle prese con una paradossale vicenda processuale,  in cui è il difensore d’ufficio di un certo Mimmo o’ Burzone, un becchino della camorra, e con il miracoloso innamoramento della donna più bella del tribunale, completamente invaghita di lui. L’abbandono della moglie però rende l’avvocato Malinconico più riflessivo e più  in crisi del solito, tanto da cercare aiuto persino nello studio di uno psicanalista. La psicoterapia, però, complice il suo innato scetticismo meridionale e la sua grandiosa sfiducia in se stesso, non gli recherà alcun giovamento perché la sua straordinaria simpatia e il suo personale auto-mobbing dell’infelicità lo rendono impermeabile a qualsiasi tentativo di analisi ma non al fluire dei suoi ricordi e delle canzoni che hanno segnato la sua esistenza. Ed è proprio da questo stream of consciousness campano, pieno di disincanto e di saggia ironia che nascono alcune delle pagine più divertenti del libro, fatte di piccoli particolari che, analizzati con la lente di ingrandimento dell’avvocato di Salerno, una sorta di Sherlok Holmes dell’emozioni dell’animo umano, diventano dei grandi spaccati di vita, di mondo, di esistenza pura, decifrata e specificata con sintesi filosofiche degne di un grande pensatore e con la tenerezza riparatrice di un tipo come Vincenzo Malinconico.

“Sono contrario alle emozioni”

Eiunadi

Diego de Silva


 

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27