Giovedì 13 Maggio 2021

Anziane sole e indifese, una lunga scia di sangue

Napoli, 29 marzo 2012 – Sole, indifese. Anziane, miti. Troppo facile renderle inermi. Eppure, per ridurle all’impotenza, le massacrano di botte, le picchiano troppo spesso fino a mettere fine ai loro giorni. Sono le vittime di una lunga scia di sangue. Nonnine che tra le mura di casa celano tanti ricordi e pochi guadagni. Ma quei miseri averi fanno gola al punto da assassinare. Con l’uccisione di Vincenza Sarnacchiaro, la statistica si aggiorna fino a far contare quattro vittime in appena un anno nel solo comprensorio di Napoli. L’ultima tacca è segnata accanto al nome di Rosa Santaniello, 89 anni. Era sola, nella sua abitazione di Nola, quando un bandito solitario le ha fatto visita in casa. L’ha minacciata, aggredita, colpita con un pugno alla testa, scaraventandola a terra. Era la sera del 14 marzo, è morta 8 giorni dopo. Il suo assassino, Giuseppe Marzocchella, 24enne del posto, è stato arrestato quel giorno stesso, incastrato dalle immagini di un circuito di videosorveglianza.

8 dicembre, la vittima si chiamava Anna Bevilacqua, 66 anni. E’ stata uccisa per poche centinaia di euro nella sua modesta abitazione di vico Speranza, a Marano. Poche ore dopo il delitto, i carabinieri arrestano la presunta assassina. Ha 22 anni, è la nipote della donna. Si dice che aveva preteso dei soldi, l’ennesima richiesta a cui la nonna ha opposto il suo rifiuto. Ne è scaturita una violenta lite, al culmine della quale la donna è stata colpita con un coltello da cucina.

20 novembre,  Antonella Gigante, 76 anni, viva da sola nella sua abitazione di Licola, a Pozzuoli, e trascorreva le sue giornate in veranda. Gli agenti l’hanno trovata esanime nel letto con le mani legate da un foulard ed evidenti segno di percosse. Ad aggredirla, secondo chi indaga, i componenti di una banda specializzata in furti.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27