Giovedì 21 Ottobre 2021

Tar Campania, inaugurato anno giudiziario

Napoli, 3 marzo 2012 – Gli enti locali si mostrano tolleranti nella gestione del territorio e l’abusivismo produce effetti disastrosi. E’ la denuncia del presidente del Tar della Campania, Antonio Guida, contenuta in uno dei passaggi più significativi della relazione letta in occasione dell’inaugurazione dell’anno giudiziario. “L’inefficienza e la tolleranza degli enti locali nel controllo e nella gestione del territorio e l’abusivismo dilagante e talora irresponsabile – ha detto Guida – contribuiscono a determinare, oltre che la distruzione di un patrimonio naturale unico al mondo, risorsa essenziale per attività economiche, investimenti e occupazione, le conseguenze disastrose che puntualmente si sono verificate anche nello scorso anno”. Il presidente del Tar Campania ha ricordato, a tale proposito, i ricorsi pervenuti nel 2011 da riguardanti comuni come Ischia (148 ricorsi), Capri, (62), Sorrento (67) “territori cioé sottoposti a vincoli paesaggistici, a rischi idrogeologici e località di grande richiamo turistico”. Il magistrato ha sottolineato come quelli dell’edilizia e dell’urbanistica siano i settori che hanno prodotto il maggior numero di ricorsi, pur registrandosi lo scorso anno una leggera flessione rispetto al 2010. Ancora cospicuo – ha poi spiegato Guida – nonostante la privatizzazione è il contenzioso in materia di pubblico impiego e le procedure concorsuali. “Impegnativo come sempre – ha poi affermato – il contenzioso in tema di sanità pubblica della quale è nota la situazione critica che ha portato al commissariamento in Campania e in altre regioni. Il Tar “ha ritenuto generalmente legittimi e invalicabili i cosiddetti tetti di spesa, cioé il budget annuale complessivo destinato all’assistenza sanitaria perché, fermi rimanendo il diritto alla salute costituzionalmente protetto e i livelli essenziali di assistenza, occorre bilanciare tali esigenze con la limitatezza delle risorse disponibili e con gli equilibri della finanza pubblica”. Altro capitolo è rappresentato dal “cospicuo e complesso contenzioso in materia di appalti pubblici”. “Ormai per ogni appalto – ha detto il presidente del Tar – ci sono quasi sempre uno o più ricorsi che si arricchiscono di ricorsi incidentali e reiterati”. Guida ha sottolineato che il Tar Campania è secondo, per numero di procedimenti, soltanto al Tar del Lazio quanto a entità del contenzioso: nel 2011 sono stati presentati in Campania 8.822 nuovi ricorsi di cui 6.706 solo a Napoli (leggera flessione rispetto al 2010). Ed ha elogiato il lavoro dei magistrati evidenziato da un lato il numero dei procedimenti definiti e dall’altro la notevole percentuale di conferme di tali sentenze da parte del Consiglio di Stato.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27