Giovedì 6 Ottobre 2022

La Procura: “Il mare di Napoli non è balneabile”

Napoli, 29 agosto 2012 – Il superperito è un forestiero. Un uomo del Nord, a quanto pare, professore ed esperto di acque. A lui il compito del giudizio finale sul mare del Golfo. Un termine su due: promosso o bocciato. Si propende per la seconda. Dopo che, senza appello alcuno, il mare che bagna Napoli era già stato bocciato alla vigilia di Ferragosto dai rapporti di Goletta Verde. Dagli esiti di quelle analisi emergeva un quadro inquietante: i campioni di acque prelevati lungo le coste e fatti analizzare da Legambiente indicavano che un punto ogni 34 chilometri era inquinato. Ora però vuole chiarezza anche la Procura di Napoli, che già dallo scorso mese di luglio ha aperto un’inchiesta. Un’indagine scaturita dalla scoperta, in via Caracciolo, di una vasca sotterranea contenente centoventimila litri di liquami corrosivi e inquinanti. Ora gli inquirenti intendono estendere il campo d’azione. Le verifiche procedono lungo due tronconi. Una prima indagine si sta già occupando della famigerata vasca dei veleni, per capire innanzitutto se sia entrata in contatto con il mare. In quel caso si rischierebbe di provocare un disastro ambientale di proporzioni incalcolabili. L’altro filone della Procura è sulla qualità, più in generale, dello stato del mare napoletano. Già, perché all’esordio di questa estate erano stati diffusi dati piuttosto incoraggianti e trionfalistici sulla salute delle acque marine del golfo. Intanto, dai rapporti di Goletta Verde, emerge che è alto il tasso di batteri del tipo Escherichia Coli, portatori, tra l’altro, di malattie infettive come il tifo, il paratifo e l’Epatite A. Per questo tipo di accertamenti la Procura si è affidata al superperito, un docente universitario non napoletano. A cui spetterà pronunciare l’ultima parola. E promuovere o bocciare il mare che bagna Napoli.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27