Venerdì 28 Gennaio 2022

Il boss redento che piangeva al “Costanzo Show” è uno dei quattro arrestati nell’inchiesta sul racket ai Quartieri Spagnoli. In cella anche il figlio

Napoli, 29 settembre 2012 – Per anni e grazie alle sue ospitate al “Costanzo Show” è diventato il simbolo del camorrista redento. A sua firma negli anni scorsi è uscito anche un libro dal titolo “la Malavita”. Mario Savio, pluripregiudicato dei Quartieri Spagnoli, figura tra le quattro persone arrestate dai carabineri di Napoli a Roma e a Formia. In manette anche il figlio Pietro che, così come il padre, è considerato un esponente del clan Mariano. Indispensabile per il sodalizio criminale il ruolo di Mario Savio. Grazie alla sua immagine ripulita di camorrista pentito e sfruttando i benefici di legge, ottenuti per gravi motivi di salute, il boss, nonostante la condanna all’ergastolo, poteva frequentare i Quartieri Spagnoli e presidiare il territorio. Cosa impedita ai Ricci sottoposti a divieto di dimora a Napoli. Savio scrisse “La malavita” nel 2006, insieme al giornalista Fabio Venditti. Fu ospite in quell’occasione del “Maurizio Costanzo Show” e di “Buona domenica”, per presentare il libro e invitare dal teleschermo il figlio Pietro a redimersi. Padre e figlio sono stati arrestati insieme.

 

 

Il boss redento che piangeva al “Costanzo Show” è uno dei quattro arrestati nell’inchiesta sul racket ai Quartieri Spagnoli. In cella anche il figlio

Napoli, 29 settembre 2012 – Per anni e grazie alle sue ospitate al “Costanzo Show” è diventato il simbolo del camorrista redento. A sua firma negli anni scorsi è uscito anche un libro dal titolo “la Malavita”. Mario Savio, pluripregiudicato dei Quartieri Spagnoli, figura tra le quattro persone arrestate dai carabineri di Napoli a Roma e a Formia. In manette anche il figlio Pietro che, così come il padre, è considerato un esponente del clan Mariano. Indispensabile per il sodalizio criminale il ruolo di Mario Savio. Grazie alla sua immagine ripulita di camorrista pentito e sfruttando i benefici di legge, ottenuti per gravi motivi di salute, il boss, nonostante la condanna all’ergastolo, poteva frequentare i Quartieri Spagnoli e presidiare il territorio. Cosa impedita ai Ricci sottoposti a divieto di dimora a Napoli. Savio scrisse “La malavita” nel 2006, insieme al giornalista Fabio Venditti. Fu ospite in quell’occasione del “Maurizio Costanzo Show” e di “Buona domenica”, per presentare il libro e invitare dal teleschermo il figlio Pietro a redimersi. Padre e figlio sono stati arrestati insieme.

 

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27