Warning: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, function '_wp_footnotes_kses_init' not found or invalid function name in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/class-wp-hook.php on line 307

Warning: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, function '_wp_footnotes_kses_init' not found or invalid function name in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/class-wp-hook.php on line 307
 Canale Otto Campania » Blog Archive » Rifiuti, discariche: l’Europa chiede chiarimenti
Domenica 21 Luglio 2024

Rifiuti, discariche: l’Europa chiede chiarimenti

Napoli, 6 settembre 2012 – Sessantacinque milioni di euro l’anno. E’ questo il piccolo tesoretto dei rifiuti della Provincia di Napoli, questo il costo infatti per mandarli dalla provincia partenopea al resto di Italia. E sui quei soldi l’unione europea vuole vederci chiaro la richiesta è quella di sapere che fine faccia questa spazzatura dopo l’inchiesta che ha messo in dubbio le procedure di invio della spazzatura in Germania. Un nodo centrale restano comunque le discariche: il direttore generale della sezione ambiente della commissione europea Karl Falkemberg chiede chiarimenti sui siti che regione Campania, provincia  e comune di Napoli dovrebbero fornire entro il 15 settembre prossimo. Ma a conti fatti il documento non è cosa semplice: ad oggi infatti il commissario regionale Raffaele Ruberto che ha sostituito l’ex Annunziato Vardè ha in mano solo un pugno di mosche: dei siti proposti da Ruberto infatti nessuno ha avuto il lascia passare dei comuni interessati. E ad oggi restano aperte solo le discariche di San Tammaro nel casertano e di Savignano nell’avellinese. La situazione è dunque bloccata: e restano al palo i siti di Chiaiano, Marano, Sant’Anastasia e Giugliano mentre sul Castagnaro il no definitivo alla riapertura è arrivato direttamente dalla provincia. In termini di costi la m,ancata presentazione della missiva a Bruxelles potrebbe comportare il pagamento della maxi sanzione da ben 5 anni spada di Damocle per il paese con una cifra che si aggirerebbe attorno ai 526 mila euro giornalieri. Dal fronte istituzionale arriva il cauto ottimismo del sindaco di Napoli Luigi De Magistris che confida nella risposta congiunta di tutti gli enti locali. In realtà nonostante la multa si avvicini, la situazione è lievemente migliorata: rispetto alla posizione del commissario all’ambiente Janez Potocnic che definiva una vergogna l’emergenza rifiuti, oggi si parla di una strada più vicina alla soluzione: fonti accreditate assicurano che per il commissario l’Italia è sulla strada giusta. Gli ultimatum comunque ci sono e la tensione resta alta. Ora si attende quel 15 settembre per scongiurare per l’ennesima volta il rischio della maxi sanzione.

 

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27