Martedì 28 Giugno 2022

Marchisio: Sarà una grande sfida

Il centrocampista della Juventus e della nazionale Marchisio parla alla gazzetta prima della sfida di domani sera a Torino: “Nella gara secca può succedere di tutto, in un cammino più ampio dico Juve: secondo me siamo superiori per giocatori, storia e abitudine a vincere. Ma occhio, perché loro stanno crescendo e con la Coppa Italia hanno pure iniziato a vincere… Che aiuta a vincere»Cosa ha pensato quando il Napoli non si è presentato alla premiazione della Supercoppa di Pechino?«Che il nostro calcio aveva perso un’altra occasione agli occhi del resto del mondo».Ne avete parlato in Nazionale con Maggio e De Sanctis?«Con loro il rapporto è splendido, in certi casi i giocatori devono obbedire, e basta. Le decisioni arrivano dall’alto. Noi dobbiamo pensare al campo».Deluso da Mazzarri, che anche a distanza di tempo ha continuato a giustificare la scelta di Pechino?«Ognuno risponde delle proprie opinioni, ha il diritto di pensarla come vuole. È stata una partita che per noi è diventata in effetti più semplice dopo le espulsioni, ma ho sentito parlare di un Napoli che undici contro undici avrebbe sicuramente vinto. Ecco, qui non ci sto. Sono andati due volte in vantaggio, noi li abbiamo ripresi sempre con il gioco. La partita l’ha fatta la Juve, mentre il Napoli ha agito solo di rimessa. A volte non bisognerebbe fermarsi agli episodi».La qualità migliore della sua squadra?«La capacità di non uscire mai dalla partita e di riprendere anche le situazioni più complicate, a prescindere dall’avversario, come dimostra la rimonta sul campo del Chelsea campione d’Europa. L’anno scorso faticavamo in questo senso».E il Napoli?«Con la cessione di Lavezzi sono diventati più squadra. Senza l’argentino c’è meno estro, ma con Pandev la concretezza è ai massimi livelli, hanno più compattezza. Il macedone è un giocatore straordinario, utile, un uomo-squadra. Come Hamsik, altro fenomeno: oggi è sicuramente fra i grandi d’Europa. E pensare che ai tempi della Primavera, col Brescia, non giocava sempre».

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27