Sabato 27 Novembre 2021

Colpo di scena al processo Berlusconi sulla compravendita dei senatori, il giudice: “Diciannove anni fa sostenni Romano Prodi”

berlusconi-tribunaleNapoli, 19 febbraio 2014 – Al processo dove, in appena tre interlocutorie tappe, non sono mancati colpi di teatro, a cominciare dalla toga indossata a distanza di anni dall’ex pm Antonio Di Pietro, oggi in veste di avvocato, arriva la rivelazione che non ti aspetti. Protagonista il presidente del collegio che oggi si trova a dover giudicare Silvio Berlusconi, accusato (assieme a Valter Lavitola) per aver pagato, con soldi e benefit, un gruppo di senatori perché lasciassero la maggioranza di centrosinistra e dessero una spallata al governo Prodi. Nicola Russo, presidente del collegio della prima sezione del Tribunale di Napoli davanti al quale è in corso il processo per la compravendita dei senatori, ha rivelare che diciannove anni fa aderì a un comitato che sosteneva la candidatura di Romano Prodi a Palazzo Chigi. Russo ha ritenuto opportuno mettere la cosa nero su bianco e segnalare la circostanza agli uffici di presidenza del Tribunale di Napoli.  Sia la nota di Russo, sia la risposta del presidente del Tribunale, Carlo Alemi, sono agli atti del processo che vede imputati Berlusconi e Lavitola e che riprenderà il 26 febbraio prossimo. Alemi ha sottolineato che non vi sono motivi per un’astensione in quanto all’epoca dei fatti – il 1995 – Russo non era ancora magistrato. La segnalazione del giudice era stata trasmessa nei giorni scorsi, nel rispetto delle indicazioni che lo stesso Alemi ha dato ai giudici del Tribunale partenopeo con l’invito a rendere nota ogni situazione che potrebbe presentare aspetti di inopportunità nella conduzione di qualsiasi processo. Una disposizione stabilita proprio a tutela dei magistrati per garantire la loro serenità nel giudizio. Una richiesta di astensione avanzata precedentemente, nell’ambito dello stesso processo, era stata invece accolta. A chiedere di essere esentata del dibattimento era stata la presidente della quarta sezione del Tribunale, Loredana Acierno, sempre per ragioni di opportunità, essendo la moglie dell’ex procuratore di Bari Antonio Laudati, finito lo scorso anno al centro di polemiche e di procedimenti penali e davanti al Csm per la gestione dell’inchiesta Tarantini-escort in cui e’ coinvolto Berlusconi. In seguito all’iniziativa della Acierno, il processo fu poi assegnato a una diversa sezione: la prima, collegio C, presieduta da Nicola Russo e di cui faranno parte i consiglieri Antonio Baldassarre e Tiziana D’Amato. Quest’ultimo e’ un Got, ovvero un giudice onorario del tribunale, e sarà sostituito da Serena Corleto che assumerà il ruolo di presidente del collegio mentre Russo resterà uno dei componenti del collegio giudicante. Il dibattimento riprenderà dunque il 26, quando il Tribunale si pronuncerà sulle ammissioni delle parti civili, tra cui il Senato.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27