Giovedì 21 Ottobre 2021

I “bordelli” di Napoli. Dalla “casa” di via Poerio alle orge sado-maso nell’appartamento con vista sul Santuario di Pompei

L’effetto “Merlin” a Napoli e provincia è svanito da tempo. Spuntano come funghi bordelli che fatturano cifre incredibili grazie ad annunci web o, addirittura, grazie a servizi di call center. In via Carlo Poerio, a Chiaia, una delle più gettonate “case chiuse” scoperte dalla polizia, frequentata da insospettabili professionisti della zona. A Pompei tempo fa era stata scoperta una “casa” frequentata da prostitute e trans con vista sul Santuario. Il servizio di Giuseppe Porzio andato in onda nel corso della quinta puntata di “A Reti unificate”, andata in onda mercoledì 20 febbraio 2014.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27