Domenica 25 Luglio 2021

Ciro, il nuovo video che inchioda gli ultra’ romanisti

139 secondi, poco meno di 2  minuti e mezzo. Tanto dura il video che riprende gli istanti immediatamente successivi al ferimento del tifoso del Napoli Ciro Esposito. Colpi di arma da fuoco mortali per il giovane di Scampia che morirà all’ospedale gemelli di Roma dopo 52 giorni di agonia, il 25 giugno. La scena è agghiacciante e registra ciò che è accaduto quel 3 maggio fuori lo stadio Olimpico di Roma il tutto ripreso dal cellulare di un altro tifoso che era su uno dei pullman assaliti dagli ultra’ della Roma a Tor di Quinto, due colpi. Il primo di uno sparo il secondo forse un petardo. Ciro viene trascinato lontano dal posto in cui è stato colpito da altri tifosi. È seminudo sull’asfalto ma è cosciente, è vivo. Si muove Ciro, porta una mano alla testa. Dal pullman i commenti di chi guarda attraverso un vetro. Ci si chiede se sia stato accoltellato, alcuni non vedendo sangue pensano che non sia nulla di grave. Poi quell’appellativo, o chiatton di cui qualcuno parla. Forse si riferiscono a quel Daniele De Santis meglio noto come Gastone, ultrà della Roma che solo in seguito sarà identificato come colui che avrebbe sparato a Ciro.  Quella finale di  finale di Coppa Italia, tra il Napoli e la Fiorentina finita in tragedia ritorna in quelle immagini. Ciro esposito accasciato, i suoi compagni che lo liberano dallo zainetto e lo adagiano sull’asfalto. Arriva una volante, scende un poliziotto in borghese che guarda verso il luogo della sparatoria. Pare quasi non accorgersi del 24enne napoletano riverso a terra. queste immagini sono state consegnate alla famiglia di Ciro che le ha portate negli uffici della Questura di Napoli. Ora sono al vaglio degli investigatori che conducono le indagini. Fotogrammi preziosi che potrebbero far luce e giustizia su una morte assurda, per mano di una tifoseria quella romana che non c’entrava nulla con la partita. Ciro  è stato vittima di una follia inaudita e inspiegabile. La passione per il Napoli lo ha condotto fino a Roma. La pazzia di qualcuno non gli ha permesso di ritornare vivo nella sua città.l-incidente-di-ciro-esposito

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27