Venerdì 16 Aprile 2021
14/11/2011 10,43 Chiaia, tenta la strage in famiglia: si suicida in cella
Napoli, 14 novembre 2011 – Quarantotto ore. Tanto ha resistito in carcere, prima di suicidarsi, Gino Roselli, arrestato venerdì nella sua casa di via Crispi a Napoli, dove si era chiuso in bagno armato di coltello. Nella stessa giornata il 50enne restauratore di mobili aveva accoltellato tre donne: la compagna, la sorella ed una vicina di casa. Per poi scatenarsi su sua...