Domenica 11 Aprile 2021
17/11/2012 16,54 Fallimento Eavbus, il destino dei 1.300 lavoratori in bilico per altre 48 ore
Monta la rabbia dei lavoratori della Eavbus all’indomani dall’annuncio del fallimento dell’azienda dei trasporti pubblici. “A spasso” oltre 1.300 dipendenti. A decretare il crack, la vertenza aperta dalle società Nuova Socom e La Nitida, che vantano un credito di 600mila euro. I legali dell’azienda di trasporti non hanno però mai fatto opposizione e la condanna è...
29/03/2012 13,44 Primo blitz lavoratori nella Ztl
Primo blitz dei lavoratori nell’area protetta della zona a traffico limitato . In via Riviera di Chiaia circa  cinquanta dipendenti della società di telefonia Ipm group hanno fermato il traffico provocando la rabbia degli automobilisti.  “Vogliamo il lavoro” hanno gridato i manifestanti sotto la sede finanziaria dell’azienda di Arzano, denunciando con i sindacati il rischio...
12/03/2012 14,11 Stipendi ridotti e a rate per evadere il fisco
Napoli, 12 marzo 2012 – In busta paga lo stipendio supera i 1.000 euro. In realtà il lavoratore intasca poco più della metà. Il fenomeno degli stipendi falsati è da tempo una piaga che mette in ginocchio centinaia di lavoratori soprattutto al Sud, soprattutto a Napoli. Ma dallo scorso 6 di dicembre al puzzle di escamotage per risparmiare sulla pelle dei propri dipendenti...
05/11/2011 17,13 Trasporti, fumata nera tra Regione e Banche
Napoli, 5 novembre 2011 – Nessun accordo tra Regione Campania e Banche. Continua così la protesta dei dipendenti di Circumvesuviana e Sepsa. Ieri pomeriggio l’incontro a palazzo Santa Lucia non ha portato i risultati sperati. I lavoratori incrociano le braccia a causa dei ritardi negli stipendi di ottobre paralizzando completamente le linee di trasporto pubblico di Napoli...
08/10/2011 16,21 Stipendi d’oro a lavoratori fantasma
Napoli, 8 ottobre 2011 – Un milione di euro. A tanto ammontano gli straordinari accumulati in dieci anni che, dal prossimo mese, i dipendenti del Consorzio Cosmarina Napoli 4 vedranno addebitati sulle proprie buste paga. Fin qui tutto normale se non fosse che quei 240 dipendenti, addetti alla raccolta differenziata nell’area che va da Castellammare a San Giorgio a Cremano,...