Sabato 18 Settembre 2021

Federalismo Municipale: i “sì” battono i “no” 314 a 291

Napoli, 3 marzo 2011 – Con 314 sì, 291 no e 2 astenuti, il federalismo municipale ha ottenuto il voto favorevole anche alla Camera. Otto gli interventi principali previsti dalla riforma. Ma in particolare, a coinvolgere il Mezzogiorno saranno soprattutto, la tassa per i turisti, che può arrivare sino 5 euro per visitatore, salvo sconti in particolari periodi e la possibilità di realizzare opere pubbliche attraverso l’introduzione di una nuova tassa, nodo cruciale per il sud. Ancora, viene introdotto dall’emendamento una novità per il calcolo della tassa sui rifiuti, attualmente basata sulla metratura della locazione ed in futuro riferita invece ai componenti del nucleo familiare. Per il meridione infine, ulteriori entrate potrebbero arrivare dai cosiddetti immobili fantasma, dato che il comune potrà attingere ai proventi della lotta all’evasione fiscale derivante, ad esempio, da chi non dichiara i redditi di locazione. In base al nuovo meccanismo, comunque, sembra evidente una penalizzazione del sud, poiché il principio guida del decreto tende ad avvantaggiare le città più ricche. E Napoli e i comuni della Campania non sono certo tra questi. Secondo dati approssimativi ricavati dalla differenza tra gli attuali trasferimenti erari dello stato ai comuni e quelli che saranno gli introiti autonomi delle municipalità, capolista tra le città benevolmente colpite, sarà Milano, che secondo le prime stime, registrerà un vantaggio economico di 211 euro pro capite. Seguono Monza con 201, Parma con 144, Imperia con 141 e Siena con 132. Tra i comuni che rischiano il collasso economico e soprattutto l’introduzione di nuove tasse, troviamo al primo posto, Napoli, con una perdita procapite 327 euro. Seguono Cosenza meno 269, Taranto meno 215 e L’Aquila con meno 208 euro. A compensare l’evidente differenza in termini di vantaggio economico, dovrebbe pensarci l’annunciato fondo di riequilibrio, creato ad hoc per evitare che i comuni più deboli, già alle prese con bilanci disastrosi, rischino il definitivo dissesto delle casse municipali. In linea generale, comunque, gli enti locali del meridione avranno bisogno di maggiori gettiti finanziari rispetto ad oggi, con probabili conseguenze in termini di aumento fiscale e diminuzione dei servizi resi al cittadino.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27