Sabato 19 Giugno 2021

Napoli, riparte il condono Sanatoria anche in aree vincolate

Napoli 02 marzo 2011 – Migliaia di abusi edilizi a Napoli, e non soltanto di
piccola entità, potranno essere sanati. Il Comune ha infatti riaperto i
termini del condono edilizio. Con una novità sostanziale. La sanatoria
riguarderà anche gli abusi realizzati in aree vincolate, sempre che l’opera non risulti particolarmente deturpante ovvero e non contrasti con il paesaggio. Con un’unica restrizione: gli abusi condonabili sono quelli per i quali è stata già presentata istanza nei tre condoni edilizi varati dal governo, ovvero quello del 1985, del 1994 e del 2003. Il tutto contenuto in un protocollo d’intesa siglato il 28 gennaio scorso
dal sindaco Iervolino e le Sovrintendenze per i Beni culturali e Paesaggistici di Napoli. Il criterio di fondo è provare a smaltire le migliaia di pratiche ancora giacenti negli uffici di Palazzo San Giacomo. A cui va ad aggiungersi la delibera proposta dal vicesindaco Santangelo, che prende atto del protocollo in questione e stabilisce i confini delle opere che è possibile sanare anche in zone vincolate. Ragionando in tempi, qualora dovessero essere riscontrati tutti i requisiti richiesti, entro 25 giorni dall’inoltro della pratica dal Comune alla Sovrintendenza, arriverà il via libera. Un placet che partirebbe dagli uffici della Soprintendenza. In caso di silenzio, sarà il Comune stesso a dichiarare condonato l’abuso in questione. A patto che chi ne usufruisce s’impegni a completare l’opera e, nel complesso, a riqualificare la struttura. Che dal progetto di condono siano eliminati tutti gli elementi che possano risultare incompatibili con il paesaggio, a cominciare dal colore. Infine, chi usufruirà del condono sarà obbligato a ripristinare o comunque a mantenere intatte le aree verdi che interessano il perimetro della costruzione. A tutto vantaggio dell’estetica di strade e piazze, soprattutto in molti rioni del centro antico.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27