Giovedì 5 Agosto 2021

Juve Stabia, che festa al Flaminio

Castellammare, 20 giugno 2011 – Un’attesa lunga 59 anni, ma una gioia incontenibile che è finalmente esplosa al termine di 180 minuti di battaglia. Con il 2-0 rifilato al’Atletico Roma al Flaminio, la Juve Stabia torna in Serie B, nel calcio che conta. Le vespe, dopo un campionato difficile, l’approdo ai play-off da outsider ed un pareggio interno contro la corazzata capitolina, sono riuscite nell’impresa di far vivere un sogno ai propri tifosi. Castellammare, ieri, ha accolto in festa i suoi beniamini. Strade bloccate da una folla di gente letteralmente impazzita per i gialloblù. Dal capitano Corona, definito il “re” non solo per il cognome ma per la padronanza dell’area di rigore, al maestro della panchina, quel Braglia capace di trasformare una comprimaria del campionato ad una corazzata da scontri diretti. Felici anche i campioni di serie A che hanno come città Natale il comune partenopeo. Quagliarella, Iezzo e Mirante non hanno mancato di fare i complimenti a tutta la squadra ed alla città per il traguardo raggiunto. Ma il successo degli stabiesi, però, è stato dedicato soprattutto alla gente, in particolare agli operai della Fincantieri. Castellammare è Fincantieri, lo slogan scritto su ogni maglietta del team, a sancire un rapporto viscerale tra tifosi, residenti e l’azienda navalmeccanica. Un successo misto a gioia e commozione, per un festa che ora proietta il pubblico del “Menti” alla Serie B, insieme ai cugini della Nocerina, ma senza quelli della Salernitana, alla quale non è bastato l’1-0 al Verona, con gli scaligeri che fanno il salto di categoria forti del 2-0 dell’andata.

 

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27