Venerdì 16 Aprile 2021

Anm, bus fermi per gli stipendi in ritardo

Continua lo sciopero a sorpresa dei dipendenti dell’Azienda napoletana mobilità per il ritardo degli sripendi. Il 60 per cento degli autobus è fermo da stamani. Colpiti i due più grandi depositi dell’Anm, quello di via Cavalleggeri e via delle Puglie dai quali escono complessivamente 300  vetture ogni mattina  e 200 ogni pomeriggio. “La protesta è illegale” dice l’assesore alla Mobilità Anna Donati. Ma i lavoratori replicano che è tutto in regola: i mezzi ufficialmente non partono perché non sono a norma.

Oggi, come ieri, a causa dello particolare forma di lotta dei dipendenti Anm, 280 mezzi su 450 restano inchiodati a terra. Saltano linee come C28, C16 e C81. Alla vigilia del ponte del primo novembre, quindi, fermate strapiene, display che annunciano il disservizio e passeggeri costretti a raggiungere a piedi le proprie destinazioni. Sono trecento gli autisti che protestano per non aver ricevuto lo stipendio. L’accredito previsto per il 27 ottobre arriverà solo il 4 novembre. “Esattamente con una settimana di ritardo”, precisano i sindacati dopo l’incontro di ieri con l’assessore alla Mobilità Anna Donati che comprende i lavoratori ma parla di una protesta illegale ed estrema. Ma i dipendenti hanno le carte in regola: i mezzi restano fermi perchè non sono a norma. Il parco auto infatti è vecchio di 20 – 30 anni, ed è facile trovare sugli autobus un motivo per cui non partire. Si va dalla mancanza di igiene all’assenza dei martelletti infrangivetro.

Intanto Alla Regione stanno tentando di risolvere il problema stipendi. Alle 15 i sindacati incontreranno Nappi e la presidenza per parlare della regolarità degli stipendi. Si tratta di un ritardo endemico secondo Mario Salsano della Cgil. I lavoratori hanno famiglie da mantenere e minacciano di continuare lo scioperò fino all’arrivo degli stipendi. Stesso problema per Circumvesuviana e Sepsa  della holding regionale Eav. I dipendenti si sono riuniti in assemblea ieri pomeriggio.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27