Sabato 25 Settembre 2021

Fondi per l’editoria, Lavitola indagato per truffa

Napoli, 5 marzo 2011 – Rieccolo di nuovo tra le carte della Procura di Napoli. Riecco Valter Lavitola, il direttore de L’Avanti!, già al centro dell’inchiesta sul ricatto al premier, già in odore di indagine per aver indotto Gianpaolo Tarantini a mentire sul caso escort, già sfiorato dalla stessa inchiesta sulle escort del premier. Ora la nuova ipotesi di reato formulata dai pm napoletani: associazione per delinquere finalizzata alla truffa e alle false fatturazioni. Ed ecco spiegata la perquisizione, nei giorni scorsi, nella sede capitolina del giornale. Una perquisizione che induce a ritenere una estensione dell’inchiesta.  L’indagine, ad essere precisi, esula da escort e presunti ricatti, e si concentra sull’utilizzo dei finanziamenti pubblici all’editoria con una particolare attenzione da parte degli inquirenti sui fondi erogati per l’Avanti, ritenuti assai elevati rispetto alle vendite e alla tiratura stessa delle copie del giornale. Dal reato associativo configurato dai pm Curcio, Piscitelli e Woodcock, è facile intuire che l’obiettivo di chi indaga è verificare l’esistenza di un gruppo di persone che si sarebbero organizzate per lucrare sui finanziamenti pubblici. Non c’è conferma, non ancora, sull’iscrizione al momento nel registro degli indagati di altre persone oltre alo stesso Lavitola. E’ certo che l’indagine sia scaturita, sulla base di intercettazioni telefoniche, da quella principale sul denaro erogato da Berlusconi a Lavitola e all’imprenditore Gianpaolo Tarantini, e trasferita a Bari in seguito alla decisione del Tribunale del Riesame di Napoli sulla questione della competenza territoriale. I pm ravvisano, in realtà, “molte opacità” nei rapporti tra il quotidiano e i fornitori di servizi e indagano per verificare l’esistenza di un presunto giro di false fatturazioni per operazioni inesistenti che sarebbero servite a documentare spese del giornale in realtà mai sostenute allo scopo di poter usufruire dei fondi anche negli anni successivi.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27