Domenica 24 Ottobre 2021

Le “confessioni” del boss Iovine

Napoli, 29 ottobre 2011-

Parla per la prima volta in assoluto. Parla da capo, da vecchio padrino rimarcando il suo ruolo di mediatore di conflitti e si dichiara disponibile a parlare di cose che conosce negando però ogni sorta di accusa. Pensieri e parole di Antonio Iovine, alias ò ninno, uno degli ultimi capi della camorra mafizzata di Casal di Principe. Depositato il verbale (secretato fino a ieri) del primo interrogatorio di uno dei capi del clan dei Casalesi, Antonio Iovine, avvenuto il 3 agosto scorso davanti al sostituto procuratore Antonello Ardituro. Iovine, il raffinato criminale che passeggiava per Parigi e frequentava locali alla moda, parla da boss, rivendica il suo ruolo di mediatore di conflitti (nell’evitare un omicidio, nello scongiurare un suicidio, nel mettere a disposizione la sua influenza per ripianare un debito.

L’interrogatorio davanti al pm Antonello Ardituro è avvenuto in una saletta del carcere romano di Rebibbia alla presenza del suo legale di fiducia e di un paio di ispettori della polizia penitenziaria. Il verbale occupa più di duecento righe dattiloscritte ovvero poco più di tre pagine ed è una sorta di piccolo capolavoro del linguaggio mafioso nel quale l’orgoglio del ruolo di padrino si sovrappone alla necessità difensiva. O ninno ci tiene molto a vantarsi dei suoi successi di capo paragonandosi ad una sorta di mediatore di conflitti sociali: La novità però arriva nel finale dell’interrogatorio quando il padrino fa mettere a verbale una frase quasi a voler prendere in giro l’interlocutore.“ Sono disponibile a fornire qualsiasi chiarimento sulle vicende di cui in qualche modo posso essere a conoscenza2. Nelle carte non c’è scritto, ma è facile immaginare che abbia accompagnato l’ultima nota con un sorriso sarcastico e beffardo.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27