Mercoledì 27 Ottobre 2021

Morti bianche, Campania maglia nera

Napoli, 8 ottobre 2011 – Sono state ribattezzate morti bianche. Sono quelle di chi perde la vita sul posto di lavoro. A volte per una tragica incontrollabile fatalità, molto più spesso per l’incuranza, la superficialità e la pratica devastante di lavorare a nero. Senza controlli, senza danaro adeguato. Fuori dal numero di lavoratori inquadrati, sono coloro che riempiono le fila del lavoro sommerso e che non esistono per lo stato. In Campania il tragico fenomeno delle morti sul luogo di lavoro registra dati allarmanti: secondo alcune indagini, nel 2010 i casi nella nostra regione sono stati 44. Dall’inizio del 2011 sono già 23, 25 se si aggiungono le due vittime di ieri. I luoghi più rischiosi sono i cantieri, soprattutto quando si lavora privi delle necessarie protezioni di sicurezza e i campi agricoli. Le fasce più a rischio sono quelle tra i 40 e 45 anni e oltre i 50. Ad inizio anno la prima morte è avvenuta in Irpinia. Nello scorso anno le morti più frequenti accadute sul lavoro, sono state nella provincia di Napoli, seguita da Caserta, Salerno, Benevento ed Avellino. Molte le iniziative a sostegno della sicurezza sul lavoro messe in campo dall’amministrazione regionale della Campania anche se la strada da percorrere è ancora lunga.

 

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27