Lunedì 25 Ottobre 2021

Racket del caro estinto: 18 arresti

Torre del Greco, 4 ottobre 2011 – Estorcevano denaro ai titolari di pompe funebri. Diciotto affiliati ai clan Falanga, Di Gioia – Papale e scissionisti,  sono finiti in manette accusati di associazione per delinquere di tipo mafioso e, a vario titolo, di estorsioni aggravate dal metodo mafioso. Gli arresti sono stati eseguiti la scorsa notte dai carabinieri del nucleo investigativo di Torre Annunziata. Dalle indagini avviate nel 2010 e coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, è emerso un quadro investigativo fatto di sistematiche estorsioni a titolari di ditte di onoranze funebri risalente al 2000. Nel corso dell’operazione sono state sequestrate due ditte di onoranze funebri intestate a prestanome dei clan che da estorsori erano diventati di fatto proprietari.

Ma il racket del caro estinto, come è stato definito il giro di estorsioni ha radici più profonde. Nel 2009 i Carabinieri di Caserta eseguirono 22 ordinanze di custodia cautelare contro un gruppo che gestiva il racket delle onoranze funebri. Tra gli arrestati anche 3 infermieri dell’ospedale San Sebastiano di Caserta e poi titolari e dipendenti di ditte di onoranze funebri del casertano e del napoletano che si spartivano il mercato dei funerali secondo regole illecite che determinavano loro, corrompendo gli infermieri che prestavano servizio nell’obitorio dell’ospedale. Gli arresti furono effettuati in provincia di Caserta e Napoli, per ‘associazione per delinquere finalizzata a corruzione di pubblici ufficiali, estorsione e illecita concorrenza nel mercato delle onoranze funebri’. Filoni diversi che hanno portato a numerosi arresti in un giro d’affari finito più volte sotto i riflettori dei media, come nel caso del programma Le Iene che nel marzo del 2008 realizzò un servizio a Casoria, in provincia di Napoli sul monopolio illegale e criminale dei funerali. In quell’occasione la troupe del programma fu minacciata e derubata.

 

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27