Venerdì 16 Aprile 2021

Scorta al sindaco assediato, denunciati in 10

Napoli, 4 novembre 2011- Dieci persone sono state identificate e denunciate dalla Digos per l’aggressione di stamane al sindaco di Napoli Luigi de Magistris. Si tratta di appartenenti all’ex progetto Bros, attualmente facenti parte del “gruppo Banchi Nuovi” e “disoccupati di Acerra”: a loro carico le denunce sono per manifestazione non autorizzata, violenza privata aggravata, danneggiamento aggravato, oltraggio a pubblico ufficiale. Sono in corso, da parte della polizia, ulteriori indagini per l’identificazione di altri responsabili.E alla luce delle tensioni esistenti, “d’intesa con il sindaco sarà disposta una maggiore cura non solo, come già accade, in occasione di impegni ufficiali, ma anche per spostamenti minori ed estemporanei che potrebbero essere occasione per i male intenzionati di porre in essere intimidazioni e minacce”. Lo ha detto il questore di Napoli, Luigi Merolla, avvicinato dai giornalisti a margine di una cerimonia in prefettura. E proprio il prefetto di Napoli Andrea De Martino lancia un appello a non far prevalere la violenza sul buon senso facendo esplicito riferimento in all’aggressione di cui è stato stamattina vittima il sindaco di Napoli Luigi De Magistris. Un’aggressione che il Prefetto, durante il suo discorso in occasione della consegna delle onorificenze al merito della Repubblica, ha definito “gratuita e in cui la violenza – ha aggiunto – ha prevalso sul buon senso di cui la storia di Napoli è ricca di testimonianze”. “Noi – ha concluso il prefetto De Martino – non ci stiamo e andremo avanti senza fare sconti”.E lui, Luigi De Magistris,  ha scelto la bacheca di facebook per commentare l’accaduto.”Sono amareggiato per quanto si è verificato questa mattina. Un’iniziativa che vedeva coinvolti i bambini delle scuole elementari, per la consegna del primo compost ricavato dalla raccolta differenziata della città, è stata infatti violata dall’aggressione preparata contro di me da un gruppo di disoccupati organizzati riconducibili alla sigla Bros. Da sindaco e da democratico ho sempre dialogato con tutte le anime della città, compresi coloro che questa mattina mi hanno contestato e aggredito, perchè ho sempre rispettato il malessere sociale, cercando di comprenderne le ragioni e perfino le espressioni più aspre”.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27