Giovedì 13 Maggio 2021

Circum, 15 stazioni terra di nessuno

La violenza di Castello di Cisterna si è consumata in una stazione fantasma della vesuviana. Un’area deserta di mille metri quadri, scelta dal branco per abusare di una sedicenne. Una fermata costruita sotto un viadotto, piena di anfratti bui e senza telecamere puntate sull’enorme parcheggio deserto. Viaggiando sulla linea Napoli- Baiano, se ne incontrano almeno atre sette così: Salice, Talona, Pratola, Brusciano, Cisterna, San Vitaliano, Saviano. Sono tutte uguali. Si arriva a quindici se si considerano le altre linee. Il personale è stato rimosso per razionalizzare la spesa dopo la crisi che ha investito l’azienda. Nessuno sorveglia gli impianti, e spesso le telecamere interne sono senza nastro. Non basta. Le prime palazzine abitate distano almeno 400 metri. Nessuno avrebbe potuto sentire le richieste di aiuto della sedicenne.

Il lavoratori della Circum sono i primi a denunciare il pericolo: “Dalle 18 tutte le stazioni diventano terra di nessuno – avvertono i bigliettai – siamo preda di vandali e  malintenzionati”. Circa 100 impianti su 170 non sono video sorvegliati secondo il personale, che precisa che la Circum non è obbligata a provvedere alla videosorveglianza. Le telecamere costano e si posizionano dove c’è maggiore affluenza. Questo vuol dire che proprio  le stazioni più isolate restano senza controllo. Ma dove c’è il bigliettaio la situazione non cambia secondo gli utenti: l’operatore asserragliato nella biglietteria non sa che accade fuori o sui binari. Assaltate dagli sciacalli le stazioni di Pollena e Saviano, dove sono stati distrutti tornelli costati 7 mila euro ognuno. E’ il risultato di un progetto basato su previsioni sbagliate: le fermate circa 15 anni fa furono spostate dal centro alle periferie dei paesi, su sopraelevate. La speculazione edilizia doveva farne centri residenziali affollati. Poi così giravano soldi, appalti. Squallida storia, come quella della stazione di Cisterna.

 

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27