Giovedì 13 Maggio 2021

Procuratore aggiunto: Cantone in pole position

Napoli, 9 dicembre 2011 – A Palazzo dei Marescialli si respira aria di Napoli. Il Consiglio superiore della magistratura si appresta a inanellare due scelte molto delicate nell’asset giudiziario: il Procuratore Aggiunto e il numero uno di Palazzo di Giustizia. L’ordine non è a caso. Mentre per la successione di Giandomenico Lepore, in pensione dal 14 dicembre, se ne parlerà agli inizi del 2012, la quinta commissione del Csm inizierà la discussione sulla promozione al “grado” di Procuratore Aggiunto.  la rosa di nomi è ristretta a quattro profili: Raffaele Cantone addetto fuori ruolo al massimario della Cassazione, Alfonso D’Avino pm della Direzione distrettuale antimafia partenopea, Massimo Galli e Alessandro Iazzetti entrambi attualmente in forza alla Procura Generale come sostituti. Da Palazzo dei Marescialli chi ha già visionato la pratica spiega che la situazione è un po’ complicata per due ordini di motivi. Il primo riguarda Iazzetti e Galli, candidati in fascia (di anzianità) che hanno un percorso omologo: attività requirente come sostituti, attività giudicante al Riesame e ora entrambi sostituti pg. Il secondo motivo è altrettanto complesso, ma per ragioni diverse, e riguarda le posizioni di Cantone e D’Avino. Il primo gode di grande stima e visibilità e questo non sarebbe gradito a qualcuno. D’Avino invece, considerato tra i migliori sostituti della Procura di Napoli, è meno propenso all’apparire.Discussione complessa quindi, ma non è detto che sarà lunga. Cosa accade in questi casi? In quinta commissione si parte dall’analisi dei profili dei candidati in fascia, Galli e Iazzetti. Ma qualcuno può chiedere l’apertura di un profilo fuori fascia alias Cantone e D’Avino. A questo punto la commissione dovrebbe trovare il più ampio consenso su almeno due candidati da proporre al plenum. Fonti di Palazzo riferiscono che c’è già chi è pronto a proporre Cantone, in contrapposizione a uno tra Galli e Iazzetti, e chi invece vuol proporre D’Avino. Insomma i giochi sono aperti e le diplomazie a lavoro. Certamente, si discuterà il più possibile, è un posto troppo delicato. Prove tecniche in vista anche della scelta del procuratore della Repubblica che occuperà la poltrona di Giovandomenico Lepore.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27