Sabato 25 Settembre 2021

“Piene di grazia. I volti della donna nell’arte”,

Dopo il  successo del “Viaggio sentimentale nell’Italia dei desideri”, Vittorio Sgarbi intraprende un altro viaggio sentimentale tra i volti delle donne e delle madonne dipinte da grandi pittori come Cimabue, Giotto, Antonello da Messina, Piero della Francesca, Raffaello, Nero da Sansepolcro, Caravaggio, Lotto, De Magistris, Balthus, Botero. Lo stesso Sgarbi ha definito il suo libro come <un libro di storia dell’arte che potrebbe essere però quasi esclusivamente un libro sulla donna, tanta è la quantità di opere che la donna ha ispirato dal mondo antico al mondo moderno. Perché la donna è il tema più discusso, più affrontato, più considerato e desiderato fra tutte le manifestazioni letterarie e artistiche dell’uomo>. Questo omaggio, forse un po’ troppo galante, alla donna come oggetto e argomento artistico, ha però il merito di condurre il lettore in un excursus storico attraverso le modalità con cui l’arte, la pittura, la letteratura, la scultura hanno raffigurato la donna e lo fa attraverso la scrittura brillante e le interpretazioni visionarie dell’autore che spesso torna al suo primo, e forse più amato mestiere, quello del critico d’arte e dello psicanalista delle opere d’arte. Piaccia o non piaccia la scrittura di Sgarbi e la sua personale lettura dei dipinti, delle Madonne e del corpo delle donne affascina anche chi abitualmente legge altro o non legge affatto. Colpisce per esempio l’interpretazione dell’Annunciazione di Antonello da Messina, il dipinto in cui, scrive Sgarbi, <la Madonna è l’Annunciata perché c’è solo lei, l’angelo manca ma in lei c’è lo spirito dell’angelo come in lei vi è Gesù in una versione non idealizzata ma reale. Lei è piena di grazia. Sul  fondo nero che evidenzia ancora di più questa Annunciata e soprattutto la mano che intercetta la parola dell’angelo e l’altra che stringe il manto quasi a ratificare la presenza di Gesù che è dentro di lei, noi sentiamo Dio senza vederlo, quasi a significare che Dio è dentro la Santa>.

<Il mondo femminile – dice Sgarbi – consente riflessioni, discussioni, e questo libro lo documenta con una serie di esempi che indicano l’arte, il mistero e la seduzione che dalla donna escono, e che rendono la figura femminile anche immateriale. Non è soltanto carnalità o sensualità o attrazione della bellezza; la figura femminile è simbolo di sogni e di desideri, è un’immagine evanescente che non si riesce a raggiungere fino in fondo: è il sogno, la speranza, è il desiderio>.

 

“Piene di grazia. I volti della donna nell’arte”, edito da Bompiani di Vittorio Sgarbi

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27