Sabato 24 Luglio 2021

S. Giorgio a Cremano, ucciso pregiudicato

San Giorgio a Cremano (Na), 09/01/12 – Aveva 54 anni Mario Leone il pregiudicato per droga e omicidio, legato al clan abate, ucciso a colpi d’arma da fuoco nel pomeriggio di ieri a San Giorgio a Cremano nel napoletano, senza che qualcuno tra la gremita folla della vicina Piazza Massimo Troisi si rendesse conto di quanto stesse accadendo. Tra le ipotesi dell’omicidio la pista camorristica, forse uno sgarro al clan degli scissionisti. Mario leone, detto Mariottone è stato freddato da due killer a bordo di uno scooter che lo hanno raggiunto nei pressi della stazione della circumvesuviana di viale ferrovia, sotto l’occhio delle videocamere di sorveglianza, che hanno immortalato la prima fase dell’agguato: Leone si accorge dei sicari e tenta una fuga disperata. I due a bordo di uno scooter Gilera con caschi e giubbotto nero lo inseguono. Sparano due colpi, a vuoto. Uno dei due cade dal motorino e inizia ad inseguire a piedi la vittima, che tenta una fuga disperata lungo via Sant’Anna sino ad arrivare in un vicoletto, che però non rientra più nel raggio d’azione della videocamera. Qui il pregiudicato viene colpito da sette colpi 9 per 21 che lo raggiungono alla schiena, all’addome e alle gambe. Dopo averlo ucciso il killer infierisce sul corpo fracassando il cranio dell’uomo con il calcio della pistola. Pochi minuti dopo viene una chiamata anonima dà l’allarme e sul posto arrivano i carabinieri dei nuclei investigativi di Torre del Greco e Torre Annunziata e della stazioni di San Giorgio a Cremano. Per adesso le indagini percorrono la pista dell’attività criminale dell’uomo: pare infatti che leone, uscito dal carcere avesse intrapreso in proprio l’attività di spaccio di droga, come segnalato anche da alcune telefonate anonime che però non avevano portato al ritrovo della merce. Neppure ieri durante la  perquisizione del suo appartamento, gli investigatori hanno rinvenuto droga. Le indagini proseguono anche su una seconda ipotesi, ovvero che dietro il cruento delitto vi sia uno sgarro nei confronti del clan rivale degli scissionisti.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27