Domenica 24 Ottobre 2021

Coppa America, ombre sulla ditta appaltatrice

Napoli, 9 febbraio 2012 – Un’attenzione particolare alle infiltrazioni criminali sul cantiere della Coppa America. Attenzione alla malavita. Che in questo caso, sorpresa delle sorprese, non è la camorra spa, ma la non meno famigerata ‘Ndrangheta. E i riflettori si accendono sulla ditta calabrese, per l’appunto, Arena fortunato srl, con sede a Villa San Giovanni. E’ la ditta che da due giorni ha cominciato i lavori per la creazione dei due baffi attaccati alla scogliera di via Caracciolo per ospitare le regate dell’America’s Cup, grazie a un’offerta di un milione e 434 mila euro, con un ribasso del 31 per cento su una base d’asta di due milioni. Battendo così un’altra trentina di partecipanti, quasi tutti napoletani. La ditta è in possesso di regolare certificato antimafia, ma è tecnicamente, a pescare dal gergo, “attenzionata”. Attenzionata da carabinieri, Guardia di Finanza e Dia. Perché è alto il rischio di infiltrazioni della ‘Ndrangheta. Tutto nasce da un precedente. E’ il 1993 quando il titolare dell’impresa e suo figlio vengono arrestati per false dichiarazioni rese ai pubblici ministeri. L’occasione era un maxiprocesso alle cosche di Scilla, con condanne anche a commercianti vittime per favoreggiamento, per non aver ammesso di aver subito estorsioni da parte dei clan. L’ordinanza a carico dei due titolari fu annullata dopo qualche giorno di galera, ma l’attenzione resta. Il pericolo è di infiltrazioni sotto forma di assunzioni forzate dalla ‘Ndrangheta. Ma i lavori procedono. E si pensa già ai giorni dell’evento. Un evento che sarà caratterizzato anche da una serie di iniziative e concerti. Ed ecco il nome che già rimbalza. E’ quello di Shakira, la popstar del Waka Waka, il tormentone dei mondiali in Sudafrica. Dovrebbe essere la cantante colombiana ad aprire l’evento con un concerto spettacolo nel Villaggio che sarà allestito nella Villa Comunale.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27