Martedì 28 Settembre 2021

Scampia, campanelli per le vedette dei clan

 Napoli, 24 febbraio 2012. “Iatevenne” era il grido lanciato dalle sentinelle di Scampia all’arrivo delle forze  dell’ordine nel tempio della droga. Ma la criminalità si mette al passo con la tecnologia. Nelle piazze di spaccio più famose d’Italia arrivano i campanelli per le sentinelle dei clan. Al lotto g in via Labriola, le vedette azionano con un telecomando il dispositivo d’allarme. Così non solo gli spacciatori hanno il tempo di scappare, ma la fanno franca anche le sentinelle. Un giochetto smascherato dalla squadra investigativa del commissariato di Scampia diretta dal primo dirigente Michele Spina. Gli agenti, noti alla criminalità come “quelli della Scampia”, hanno smantellato il campanello d’allarme, posizionato dai clan sulle scale d’emergenza di abitazioni private del lotto G, in via Labriola.  Nel mirino delle forze dell’ordine anche le Case dei puffi, dove con blitz quotidiani gli agenti da anni contrastano l’idea dello spaccio all’aperto. Un lavoro fatto di tenacia e pazienza, culminato  col posizionamento di microtelecamere nel covo degli spacciatori. Un’operazione che ha spinto gli spacciatori a rinunciare ai cancelli di protezione e conquistare i ballatoi. Gli uomini del primo dirigente Spina nel blitz di ieri all’alba alle case dei puffi hanno trovato e rimosso anche paratie dai finestroni esterni dei palazzi, utilizzati dalla criminalità per nascondersi dai teleobiettivi. In zona Secondigliano, invece, “quelli della Scampia” hanno arrestato Marco M., pregiudicato 39enne di Giugliano sorpreso con 60 dosi tra cocaina e eroina e 276 euro. Fermati e verbalizzati anche due acquirenti provenienti da Pollica, il Comune di Vassallo, il sindaco coraggio ucciso nel 2010.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27