Lunedì 20 Settembre 2021

Termovalorizzatore, botta e risposta tra Clini e De Magistris

Napoli, 5  marzo 2011. “La collocazione del nuovo termovalorizzatore di Napoli “è una scelta che non farò io. La farà la Regione insieme con le amministrazioni locali”. Lo ha detto il ministro dell’Ambiente, Corrado Clini, parlando con i giornalisti a margine del convegno promosso dall’Associazione Mare Vivo. Da giorni è polemica sulla collocazione del nuovo termovalorizzatore che il sindaco del Comune di Napoli ha detto di non volere sul suo territorio. Potrebbe essere realizzato nell’hinterland, anche per smaltire i circa sei milioni di tonnellate di rifiuti stoccati in provincia. Il ministro Clini, sempre parlando con i giornalisti, ha ribadito che l’obiettivo è quello “di uscire da questo ruolo di supplenza che è stato fatto dai commissari. Se la Regione decide una procedura o un iter di emergenza è una sua decisione”. Alle 13.30  l’incontro del ministro Clini con il sindaco di Napoli Luigi De Magistris: “E’ stata un’altra occasione per ricordargli ancora una volta – ha riferito lo stesso De Magistris – che l’inceneritore a Napoli est non si fa per non passare dai morti sul lavoro dell’Ilva di Bagnoli a quelli delle vittime di diossina derivanti da un eventuale inceneritore”. In mattinata, Clini aveva detto che “per far uscire la Campania definitivamente dall’emergenza rifiuti “non c’é nulla da mediare ma da decidere cosa fare. E in fretta perché l’impegno che ci siamo presi a Bruxelles non è un impegno sine die”. I rifiuti napoletani alimentano le centrali di città olandesi “siccome questo non avviene gratis le comunità italiane e napoletana devono pagare per questo servizio. Di fatto noi forniamo materia prima per far produrre elettricità all’Olanda e paghiamo anche”. “Se avessimo fatto gli impianti in Campania, accompaganti dalla raccolta differenziata, da oggi i campani potrebbero avere elettricità e calore”. Il ministro sollecitato dai giornalisti a rispondere alla posizione del sindaco di Napoli che si dice contro alla realizzazione del termovalorizzatore ha detto che “l’inceneritore o il termovalorizzatore, come dir si voglia, è lo strumento che copre solo l’ultimo miglio della gestione dei rifiuti”. Clini ha poi precisato di “non volere aprire una discussione ideologica sull’inceneritore” prendendo atto però che “i rifiuti napoletani servono a produrre energia e calore ad altri e non in Italia. Ognuno tragga le sue conseguenze”.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27