Giovedì 15 Aprile 2021

Stangata Tarsu: nuovi aumenti dalla provincia

Napoli, 28 aprile 2012 – Nubi all’orizzonte per i contribuenti di Napoli e Provincia. Il fronte è quello della tassa sui rifiuti solidi urbani, meglio nota come l’odiata Tarsu. L’azienda provinciale speciale per i rifiuti ha infatti indetto un nuovo bando di gara per il trasferimento dei rifiuti fuori regione: base d’asta 130 milioni di euro, 108 più iva il cui pagamento ricadrà irrimediabilmente sulle spalle dei cittadini. Quella appena indetta con scadenza al prossimo 15 di giugno è la terza gara d’appalto competente l’ente di Palazzo Matteotti: le prime due sono oggetto di inchieste da tempo aperte dalla Procura di Napoli  a causa di uno spreco di danaro che supera i 3 milioni di euro. La Sapna avrebbe violato i principi di trasparenza e par condicio prescritti dalla norme di riferimento. Nel primo caso per gli appalti inerenti il servizio e il trasporto dall’autunno sino al maggio 2011 gli accordi furono stipulati con aziende selezionate senza gara d’appalto pubbliche. Il primo bando fu pubblicato in ritardo e ci furono solo 5 giorni compresi sabato e domenica per presentare le domande. Nel secondo caso alla documentazione mancavano verbali di apertura dei plichi e la nomina per le commissioni di gara. In questo caso gli appalti furono affidati a ditte che non avevano neppure partecipato. Della vicenda si occupa anche la commissione antimafia. Intanto, sul fronte regionale rassicurazioni arrivano dall’assessore all’ambiente Giovanni Romano: il nostre ente sta mantenendo gli impegni presi con l’unione europea annuncia, attraverso l’adozione del piano di gestione speciale dei rifiuti approvato il 22 luglio del 2010. Il tutto per scongiurare la maxi multa che l’unione europea potrebbe infliggere all’Italia: una sanzione che pesa come un macigno sulla regione ma anche sul governo nazionale: più volte il ministro all’ambiente Corrado Clini ha spronato le istituzioni locali a mettersi in regola e lui stesso ha sottolineato l’impegno costante del Governo, “Napoli e la Campania sono una nostra priorità”, ha ribadito il ministro, “e continueranno ad esserlo”.

 

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27