Domenica 14 Agosto 2022

Scattano gli aumenti, bloccato il porto di Capri

Capri, 28 maggio 2012- La protesta è scattata  alle sette di ieri mattina. A dare il segnale dell’avvio della manifestazione  le campane  di tutte le chiese di capri che un’ora prima hanno iniziato a suonare a distesa per dare la sveglia agli abitanti dell’isola.Cosi dopo le partenze di primo mattino di due aliscafi l’imbocco del porto è stato sigillato con le piccole imbarcazioni utilizzate per il trasporto dei turisti alla grotta azzurra.I residenti di Capri ed Anacapri hanno risposto in maniera massiccia alla manifestazione organizzata da Autmare e il Forum dei giovani con l’appoggio delle amministrazioni comunali e delle associazioni di categoria per dire no all’aumento dei biglietti agevolati per i residenti nei giorni festivi. Fino alle 18 di ieri sera è stato consentito l’attracco solo ai traghetti della Caramar che  on hanno applicato aumenti ed accolti con un’ovazione dai manifestanti.Verso mezzogiorno la tensione è salita quando è giunto un maxi traghetto triade della Caremar per una corsa straordinaria chiesta dall’assessorato ai trasporti per decongestionare il porto di Napoli, dove si accalcavano i passeggeri in attesa.Ormeggio bloccato perché non rientrava nel piano orario e rientro a Napoli, dinanzi a turisti sbigottiti.Gli abitanti dell’isola contestano la modifica delle tar8iffe decisa dalle compagnie di navigazione private che hanno aumentato del 10% le tariffe residuali ( corse turistiche) e del 3,3% i servizi minimi.Cosi in un documento approvato in serata ed indirizzato al presidente Caldoro, si fanno precise richieste. Immediata revoca degli aumenti e ripristino dei biglietti per i residenti nei giorni festivi, bando di gara europeo per creare una vera concorrenza tra gli armatori del golfo regolamentazione delle concessioni del servizio marittimo  e tutela della Caremar.Secca la risposta della Snav alla rivolta dei capresi una protesta definita plateale, e che si racchiude in una cifra ben precisa: 20 centesimi , l’equivalente di una mancia per il caffe’. 

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27