Martedì 18 Giugno 2024

Lidi, Provincia di Napoli: “Si’ a ingresso gratis per poveri e disabili”

Napoli, 10 luglio 2012 – “Il mare è un diritto di tutti ed oltre ad essere un’occasione di benessere, rappresenta la nostra storia e la nostra cultura. Escludere alcune fasce della popolazione dal godimento della balneazione e della elioterapia è un fatto grave”. Sono le parole di Filippo Monaco, assessore alle politiche sociali della Provincia di Napoli che annuncia di essersi attivato con regione e alcuni comuni affinché venga adottata una Carta etica e solidale del bagnante auspicando che chi ha le concessioni consenta l’uso di ombrelloni alle fasce bisognose. Per esempio anziani, minori a rischio e disabili che i comuni, attraverso gli assistenti sociali, potrebbero segnalare agli operatori balneari attraverso un regolamento al vaglio delle istituzioni. Si tratta”, conclude Monaco, “di un piccolo ma significativo sforzo per estendere il diritto al mare a tutti i napoletani”. Lo scorso 27 di giugno era stato il presidente della regione Campania Stefano Caldoro ad invitare i proprietari degli stabilimenti campani ad adeguarsi alla direttiva regionale che impone l’ingresso gratis per under 12.E lì era montata la protesta dei balneari che chiedevano maggiore libertà di movimento nello stabilire le tariffe anche perché la crisi si fa sentire e applicare la norma, denunciano gli imprenditori vuol dire diminuire gli incassi. La delibera comunque c’è e dev’essere rispettata. Nell’interesse dei consumatori interviene anche l’associazione che tutela i diritti di utenti e consumatori, stilando un breve decalogo di doveri e diritti dei bagnanti. Anzitutto spiegano le spiagge sono demaniali, di proprietà dello Stato, cioè del popolo. Vengono date in concessione a gestori, che possono chiedere un biglietto di ingresso, per poter usufruire di alcuni servizi quali le docce, i bagni, gli spogliatoi, il servizio di salvataggio e la pulizia dell’arenile. Nonostante ciò, l’affitto di sdraio, ombrelloni e cabine in genere e’ aggiunto al biglietto di ingresso, ma non e’ obbligatorio affittarle, perché una volta pagato l’ingresso ci si può sdraiare sul proprio asciugamano. Si può accedere alla spiaggia di uno stabilimento balneare, per raggiungere il mare, senza pagare il biglietto di ingresso, ma non si può sostare ne’ sulla spiaggia in concessione  ne’ sulla battigia, spazio che deve essere costantemente libero da persone o cose. Inoltre, non e’ consentito l’accesso e la sosta agli animali, se non dove espressamente previsto. E infine è vietato giocare a pallone, a racchette o altri giochi che possano arrecare disturbo ai bagnati, a meno che non ci siano aree allestite allo scopo.

 

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27