Martedì 21 Maggio 2024

Rifiuti, il piano anti-crisi del Ministro Clini

Napoli, 23 luglio 2012 – L’allarme è alto, il rischio concreto. I roghi di rifiuti tossici in Campania diventano ogni giorno più pericolosi con serie conseguenze per la salute dei cittadini. Sulla questione è intervenuto il Ministro all’Ambiente Corrado Clini che un vertice con il capo del nucleo operativo ecologico dei carabinieri ha evidenziato la necessità di prendere subito provvedimenti a partire dai dati del fenomeno per i quali il Ministro ha richiesto un report dettagliato allo stesso Noe. Dalla parole ai numeri, secondo una media statistica elaborata grazie anche ai dati forniti dagli ambientalisti, in Campania solo nel 2010 verificati 543 incendi, su un superficie di aree boschive che si estende per 1800 ettari e 551 ettari di aree non boschive. Al problema roghi è dunque strettamente connesso quello dei rifiuti soprattutto per l’enorme numero di discariche in attesa di bonifica: nella nostra regione sono infatti 2551 i siti da ripulire di cui 237 adibiti a discariche legali e 766 adibiti sì a discariche ma del tutto abusive, tra cui anche quelle create in prossimità dei campi Rom. Sul totale, almeno 255 necessitano di una bonifica urgente. In termini economici, secondo una stima dell’Arpac, l’ Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Campania occorrono almeno 500 milioni di euro per la completa bonifica. Fondi che potrebbero però non arrivare mai in virtù dei tagli della spending review che potrebbero colpire la società Sogesid, ovvero il braccio operativo del ministro dell’Ambiente. Un’ipotesi che il sindaco di Napoli Luigi De Magistris è intenzionato a scongiurare con ogni mezzo: “Il Comune è responsabile della bonifica nelle Aree di Napoli est, Napoli ovest e Pianura ma per farlo sono indispensabili i fondi del Governo”.  Dal canto suo il Ministro Clini sottolinea comunque che il metodo migliore per risolvere il problema è puntare soprattutto sulla raccolta differenziata che appare anche l’unica soluzione per contrastare la mano forte della criminalità organizzata nella gestione di rifiuti e discariche.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27