Martedì 21 Maggio 2024

Il Napoli ricomincia da… tre. Travolto il Palermo alla Favorita

 

 

Palermo, 27 agosto 2012 – Il Napoli che non t’aspetti sarebbe quello che talvolta non chiude i conti, che abbozza il suo gioco, che accenna appena i suoi affondi letali, che tentenna e non parte. Quello andato in scena ieri sera alla Favorita è il Napoli che gioca come sa giocare. Che affonda e fa male, che ripiega solo per ripartire e concludere. E che, quando gli si offre il fianco, si mostra spietato. E fa male. Ne ha fatte tre al Palermo alla sua prima uscita di stagione nella quale si mostra depurato dalle scorie della Supercoppa, privato (maledetta Pechino) degli squalificati Pandev, Zuniga e Dossena, ma con un Insigne in più nel motore azzurro in luogo dell’ingranaggio Lavezzi e con un Berhami superlativo da far ammortizzare l’addio a Gargano. Ma il re della serata è Hamsik. Il leone slovacco di Mazzarri è la vera anima di questa squadra. Autore di una rete che è sintesi di classe, precisione e potenza, Marek parte alle spalle delle punte ma fa sentire peso e voce in ogni reparto. Il re è lui, leader per carisma e classe, trascinatore di un Napoli strepitoso a Palermo. Tre reti. La prima è dello stesso Hamsik. Le altre due portano la firma di Maggio, autore di una prestazione maiuscola, e di Cavani, che in precedenza aveva stampato sulla traversa una palla che andava solo appoggiata in rete. Ottima la prova di Insigne, osservato speciale di Spalletti: il ct della Nazionale, sugli spalti della Favorita, ha ammirato la classe del baby talento di Frattamaggiore fino al 50esimo, quando il giovanotto è stato costretto ad arrendersi ai crampi. Poco più di mezza gara, ma sempre da protagonista. Il giovanotto sfiora la rete al 20’: palla offerta da Campagnaro, il ragazzo sfiora con la testa e per poco non la mette alle spalle di Ujkani. Pochi minuti ed è calcio spettacolo: Cavani salta tre avversari, ma il suo tiro è respinto dalla barriera rosanero. E’ un arrembaggio. Sul finire della prima frazione Maggio di testa serve Cavani solo davanti a Ujkani, ma il Matador la butta sulla traversa. L’appuntamento con la rete è rinviato di una manciata di secondi. Allo scadere dell’ultimo dei tre minuti di recupero del primo tempo ancora un assist di Maggio che questa volta serve Hamsik. Lo slovacco calcia potente all’incrocio e sigla la prima rete della stagione azzurra. Ritmo più basso nella ripresa, quando il Palermo prende coraggio e il Napoli prova a giocare sulle ripartenze, la sua specialità. Polemiche su un atterramento di Cetto in area ad opera di Maggio. La gara si fa nervosa. Nella guerra di nervi il Napoli riprende il controllo. Il colpo di grazia al 37’. Hamsik pesca Maggio con un lancio millimetrico, l’esterno azzurro, sotto gli occhi di Prandelli, fa due passi in area e calcia di potenza e a botta sicura. Non c’è più gara. Tocca a Vargas, dai cui piedi vellutati parte un cross perfetto per la testa di Cavani. L’uruguaiano segna e si scusa con i suoi ex tifosi che gli tributano il giusto applauso. Per lui e per i suoi…

 

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27