Venerdì 1 Luglio 2022

Campania come il Lazio, i consiglieri “intascano” i fondi destinati ai gruppi. I pm: “Operazioni tramite bonifici”

Napoli, 21 settembre 2012 – Benvenuti al Sud. Anche al Sud. Dopo che il viaggio è partito dal profondo Nord della Padania, terra della Bossi family e delle pazze spese in casa Lega Nord. Dopo un’insana tappa nel centro della Roma che quelli di sopra, Bossi e bossini, chiamavano ladrona, prima di accorgersi che i ladroni ce l’avevano in casa. Ma pure a Roma, a dire il vero, c’è da capire, nel balletto delle accuse, che fine hanno fatto molti di quei soldi destinati ai partiti. Il versante, nella capitale, è il Popolo della Libertà. Ma eccoci ora nella capitale del Sud,. E tra i banchi dei consiglieri regionali, sui quali potrebbe abbattersi la peggiore delle bufere giudiziarie. Roba da far saltare dalla poltrona governatore Caldoro e compagnia, che dalla loro hanno il merito di essere completamente estranei alla vicenda. Inchiesta fotocopia a quella di Roma, anche qui si parla di soldi distratti dai fondi destinati ai gruppi partitici che compongono il Consiglio e dirottati, anche tramite bonifico, ai conti correnti dei consiglieri. Insomma, pure in Regione Campania si rischia di finire come la Regione governata da Renata Polverini. Dopo lo scandalo che ha travolto il Lazio, la Finanza si muove ora in Campania e, con un blitz in Consiglio regionale, scava tra i bilanci dei partiti. Le fiamme gialle hanno fatto visita agli uffici al Centro direzionale e hanno acquisito incartamenti relativi alla ripartizione (che si spera non si tramuti in spartizione) di fondi per i vari gruppi. Nelle borse dei finanzieri c’è finita pure la relazione della presidenza del Consiglio sulle modalità di rendicontazione. L’inchiesta della Procura di Napoli, condotta dal pm Giancarlo Novelli e coordinata dal procuratore aggiunto Francesco Greco ipotizza un reato su tutti: il peculato. Un’indagine scaturita dal contenuto di colloqui telefonici intercettati nell’ambito di un’altra inchiesta, sempre su reati di pubblica amministrazione, e nella quale è coinvolto un singolo consigliere regionale. Chi indaga, intende ora fare chiarezza sulle spese dei consiglieri che rientrano in tre voci di bilancio: indennità per le attività politiche, comunicazione e funzionamento dei gruppi. Una cifra la si può già fare, in quanto nero su bianco: dal materiale acquisito dai finanzieri emerge infatti che l’ammontare complessivo delle spese si aggira intorno ai sei milioni di euro l’anno. Spese per staff, spostamenti, rimborsi e varie ed eventuali. Ed è proprio sulle varie ed eventuali che si prova a fare chiarezza, per capire se e quanti di questi soldi siano finiti nella casse dei singoli consiglieri.

(giuseppe porzio)

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27