Giovedì 18 Agosto 2022

Far West per la cugina di Annalisa, la ragazzina contesa: “Non c’entro nulla”

Napoli, 26 settembre 2012 – Il duello rusticano in salsa baby-guappi compila nuovi capitoli. Il feritore, il ferito e la ragazzina contesa. Parola al primo: “Chi mi ha sparato, è un ragazzo che ho conosciuto quest’estate a Tortora, in Calabria: aveva già avuto un litigio con alcuni miei amici a causa della fidanzata”. Secondo il ragazzino, in ospedale dopo essere stato preso a pistolettate, a sparargli è stato un rampollo della famiglia Giuliano di Forcella, 16 anni come lui, da 24 ore ospite del Centro di Prima Accoglienza. Prima dell’agguato di due sere fa alla Ferrovia, ci sarebbe già stato un precedente di una certa gravità. E’ la notte di Ferragosto. Nel centro di Tortora vengono accoltellati sette giovani: tra le vittime ci sarebbe lo stesso ragazzo accusato della sparatoria di lunedì sera. Tutto da chiarire. Parola alla ragazza contesa. Ha 12 anni, poco più di una bambina. E’ la cugina di Annalisa Durante, la 14enne colpita a morte nel marzo del 2004 da un proiettile esploso durante un conflitto a fuoco tra camorristi. La ragazzina contesa è orfana di padre, morto in un agguato quando era molto piccola. Il suo presunto fidanzatino l’ha conosciuto alla scuola Ristori, quella dedicata proprio alla memoria di Annalisa. La 12enne giura che lei non c’entra nulla con questa vicenda. Una sparatoria che sarebbe stata comunque il secondo atto della maxirissa finita a coltellate la scorsa estate. Una risposta arrivata poco dopo le 20, quando in sella a una Honda SH arrivano due ragazzi. Lo scenario è il corso Garibaldi. Dalla strada un giovane armato prende di mira il conducente dello scooter e spara. Il ragazzo alla guida dell’SH, 16 anni, di Portici, con precedenti per rapina, viene colpito alla gamba destra, perde il controllo dello scooter e finisce contro un’auto in sosta. E’ lui a fare il nome del suo feritore. Storie di vicoli e di ragazzini e ragazzine cresciuti troppo in fretta.

 

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27