Mercoledì 22 Maggio 2024

Imu, la seconda stangata per i napoletani è servita

Napoli, 17 settembre 2012 – Tempo un’estate, un po’ d’ossigeno per polmoni e casse, e riecco scorrere le lacrime dei poveri tartassati. E’ tempo di patire la stangata annuale dell’Imu. E i contribuenti di Napoli, come quelli delle altre grandi metropoli, hanno di che lagnarsi. Settembre è il mese della seconda mazzata per chi possiede case. C’è da pagare, ad esser precisi, la seconda rata della ex Ici, oggi Imposta municipale unica. Che da queste parti raggiunge la cifra massima in riferimento all’aliquota per le seconde case, ovvero il 10,6 per mille. Stesso tasso applicato per affitti liberi e case sfitte. Ma il contributo è elevato anche per le prime case, dove raggiunge il 5 per mille. Il che fa il paio con un annuncio: potrebbero schizzare i prezzi degli affitti nei prossimi mesi, come denunciato da Confedilizia già qualche settimana fa. Settembre non ha portato l’atteso sconto per i canoni concordati, né tantomeno sono state varate misure speciali per le imprese, che pure erano state richieste. Le condizioni sono dunque cambiate nel giro di pochi mesi. Il Governo ha lasciato ai Comuni la facoltà di decidere il prelievo da applicare ai cittadini.

In realtà i conti erano stati fatti, come si sul dire, senza la presenza dell’oste. Già perché per la prima rata il Comune aveva scelto di applicare l’aliquota più bassa. E tutti contenti, si fa per dire. Ma poi, riviste un po’ di cifre nel cuore dell’estate, i conti non sono più tornati. E da Palazzo San Giacomo si sono detti costretti a ritoccare in alto l’aliquota per le seconde case, portandola ai tassi più alti possibili. A questo punto ci si aspetta che il saldo di dicembre potrà subire variazioni. Ma è presto per dirlo.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27