Sabato 25 Giugno 2022

L’anatema di Sepe: “La camorra è il cancro di Napoli”

Napoli, 20 settembre 2012 – “Salviamo Napoli dal baratro della camorra che ruba il futuro ai nostri giovani. La camorra è un cancro maligno sul corpo già martoriato di una città afflitta dalla mancanza di lavoro!. E’ durissimo l’anatema del cardinale di Napoli Crescenzio Sepe che ieri in occasione dello scioglimento del sangue di San Gennaro, lancia il suo monito alle istituzioni e alla cittadinanza tutta, affinché ci si unisca per la rinascita di Napoli, per la quale lo scioglimento anticipato del sangue del santo patrono è il miglior auspicio possibile. Alle 9.12 infatti, quando il Cardinale di Napoli Crescenzio Sepe ha tirato fuori l’ampolla il miracolo era già avvenuto, con buona pace della chiesa gremita. L’arcivescovo Sepe nella sua omelia esorta a fare squadra, a tutti i livelli in tutti i settori, dove l’occupazione deve necessariamente essere l’obiettivo fondamentale a cui puntura. Nessuna accusa nelle parole di Sepe, né alla Regione, né alla Provincia né al Comune, ma esortazioni, moniti denuncie quello sì. E San Gennaro ha compiuto anche un secondo miracolo meno evidente, ma la pace fatta tra il sindaco di Napoli Luigi De Magistris e Sepe, dopo le dichiarazioni al vetriolo delle scorse settimane, è altrettanto miracoloso. Ieri per la seconda volta il sindaco ha baciato la teca, quarto dopo altre istituzioni, ma a ben vedere pare che diversamente dallo scorso anno l’ex pm non abbia appoggiato le labbra all’ampolla. Per i più maligni si tratterebbe dunque di una pace a metà tra i due vertici istituzionale ed ecclesiastico della città. Lo scontro a distanza Sepe –De Magistris era scoppiato in occasione delle dichiarazioni estive del sindaco intenzionato a creare a Gianturco il quartiere a luci rosse. Una proposta shock che aveva fatto arrabbiare il vescovo, il quale aveva bollato l’idea come un tema ad effetto per occupare spazi nei giornali e nelle televisioni». Crescenzio Sepe chiedeva attenzione ai veri problemi della città e dei napoletani, richiamando l’attenzione alla seria responsabilità politica ed amministrativa del sindaco. Nei giorni scorsi spiragli di accordi erano già venuti fuori ma la vera pace è arrivata solo grazie a San Gennaro. De Magistris ha infatti sottolineato che vanno bene le diversità a tutti i livelli a patto che siano un mezzo di arricchimento e non di scontro, in nome ancora una volta del bene della città.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27