Domenica 26 Giugno 2022

Pompei, scontro con treno: automobilista illesa

Pompei, 15 settembre 2012 – Tragedia sfiorata a Pompei dove nella serata di ieri un auto ha attraversato un passaggio della circumvesuviana ed è stata investita dal treno in corsa. Alla guida della Atos una donna di 43 anni originaria di Poggiomarino rimasta miracolosamente illesa: l’impatto ha infatti riguardato la parte posteriore dell’auto che ha fatto un volo di alcuni metri senza nessuna conseguenza per la donna. Da una prima ricostruzione, poi confermata dai controlli, successivi è subito emersa la regolarità del passaggio a livello e il passaggio del treno segnalato sia dalla sirena che dalla spia luminosa nonostante non ci fossero le sbarre di cautela. La vicenda ha però avuto riverberi soprattutto nel mondo sindacale: dall’OrSA, il sindacato che tutela i lavoratori della circumvesuviana è partita una nota in cui si invita il mondo istituzionale e civile a riflettere sulla sicurezza di lavoratori e viaggiatori. In caso di incidenti si punta subito il dito sui primi infatti, mentre l’OrSA sottolinea l’accurato lavoro di macchinisti e autisti nonostante i tagli e le notevoli difficoltà che vive l’azienda. Dalla stessa Circum è arrivata comunque la comunicazioni di declino di ogni responsabilità addebitabili solo alla distrazione della conducente dell’automobile. Oggi la tragedia è stata dunque sfiorata, ma il 30 agosto scorso non andò altrettanto bene a due sorelle di morte in uno schianto tra un treno e un’auto ad un passaggio a livello senza barriere di Somma Vesuviana (Napoli). A perdere la vita furono di Maria Annunziata, di 58 anni nata e residente ad Ottaviano, in provincia di Napoli. E Grazia Annunziata, di 53 anni, nata a Napoli e residente proprio nella strada dove si è verificato l’incidente. Nello stesso giorno perse la vita a poggiomarino nelle stesse tragiche condizioni un 82enne. E oggi la tragedia è stata appena sfiorata. Su tutto ciò dunque battono i sindacati che denunciano la totale assenza dell’attenzione politica sul settore del trasporto pubblico, che chiosano i sindacati, in una regione come la nostra ad alta vocazione turistica potrebbe essere volano di crescita e non buco nero di debiti e disservizi.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27