Sabato 20 Aprile 2024

Regione, ecco il maxiemendamento dei tagli

Napoli, 28 settembre 2012 – Da un lato la collaborazione alla magistratura. Alla quale va la massima fiducia. Dall’altro, un plauso all’operato sui tagli apportati e che, probabilmente, saranno apportati. “L’indagine individua responsabilità specifiche personali indipendentemente dalla quantità dei fondi”, precisa Stefano Caldoro, parlando dell’inchiesta sulle spese del consiglio regionale, durante il via libera ai tagli votati all’unanimità dall’assemblea con il sì dei 52 presenti. Il tutto contenuto in una serie di emendamenti alla legge di “semplificazione del sistema normativo”. Tagli, dunque, che porteranno nell’arco di dodici mesi a una riduzione complessiva di quattro milioni e trecentomila euro di cui un milione e 800 mila euro per il funzionamento dei gruppi e due milioni e mezzo per la sforbiciata dei cosiddetti comandati, personale importato dall’esterno, generalmente da altri enti. Non solo. È prevista una convenzione con la Corte dei conti per controllare tutta la contabilità che, annuncia Caldoro, “sarà messa in rete fino all’ultimo euro”. Immediata la riduzione del 50 per cento dei fondi per il funzionamento dei gruppi consiliari e per il fondo destinato agli assistenti dei consiglieri così come il taglio del 25 per cento per la comunicazione, un fondo che vede da tempo al lavoro numerosi giornalisti. Dal primo gennaio, invece, sarà effettivo il taglio del settanta per cento dei “comandati” del consiglio regionale che passeranno da 94 a 26 unità. Il fondo destinato al funzionamento dei gruppi passerà da un milione e 55 mila euro a poco più di 500 mila. Il fondo per l’assistenza istituzionale da un milione e 800 mila a 900 mila euro, quello per la comunicazione da un milione 423 mila a un milione 142 mila fatti salvi “i contratti in essere”. Dopo il via libera all’unanimità ai tagli al Consiglio, la maggioranza di centrodestra ha invece bocciato un emendamento di Carlo Aveta della Destra per la riduzione del 70 per cento dei comandati della giunta, mentre è stato ritenuto inammissibile un altro suo emendamento per la riduzione dei costi dello staff del presidente Caldoro che due giorni fa aveva mostrato i conti: “Rispetto a una spesa di circa due milioni relativa alle retribuzioni erogate per la presidenza della passata consiliatura, il totale oggi è di un milione e 117 mila euro con una riduzione del 44 per cento”.

 

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27