Venerdì 19 Agosto 2022

“Sprecopoli” in Consiglio Regionale, l’inchiesta lievita a macchia d’olio

Napoli, 25 settembre 2012- L’inchiesta sulla presunta “Sprecopoli”  al Consiglio regionale della Campania lievita a macchia  d’olio e con il passare delle ore emergono nuovi particolari al vaglio degli inquirenti. E si allarga l’orizzonte cronologico: ora si indaga anche sui bilanci del consiglio regionale precedente all’insediamento della giunta Caldoro, quello dell’era Bassolino. Lo screening inizia dal 2008. C’è un primo indagato, il consigliere Udeur Ugo De Flaviis, che risulta iscritto nel fascicolo-terremoto che punta ad accertare un’ipotesi di peculato. Più volte tirato in ballo in questi giorni (anche per una perquisizione dello scorso luglio, causa assunzione sospetta di una parente), De Flaviis si è difeso con veemenza: ha spiegato di avere i conti in regola, di aver sempre registrato ogni capitolo di spesa, di poter esibire fatture e rendiconti. Intanto, la Corte dei Conti ha aperto un’inchiesta sulle spese dei consiglieri regionali. Un’inchiesta che, è bene sottolinearlo, sta ancora muovendo i primissimi passi, ma che parte da una serie di spunti investigativi e indagini collegate già aperte nei mesi scorsi. Il materiale accumulato potrebbe permettere di svolgere gli accertamenti in tempi relativamente brevi. I magistrati contabili, infatti, agiscono in stretto collegamento con le Fiamme Gialle che venerdì scorso hanno prelevato la documentazione in consiglio regionale, a partire dai bilanci dei vari gruppi presenti in consiglio. Ed è facile intuire che particolare attenzione sarà rivolta alla rendicontazione delle spese: quella esistente, ma soprattutto quella mancante. Dà così già i primi frutti il protocollo firmato dal pool mani pulite del pm Francesco Greco e dalla Procura della Corte dei Conti guidata dal procuratore regionale Tommaso Cottone. Del resto sulle spese degli enti locali la Corte dei Conti ha già aperto diversi fascicoli. All’apertura dell’anno giudiziario, nella sua relazione, il capo della magistratura contabile aveva evidenziato la grande attenzione della Corte sulle spese della pubblica amministrazione sottolineandola necessità di un maggiore rigore da parte degli enti locali.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27