Mercoledì 22 Maggio 2024

Baby boss i nuovi protagonisti della faida di Scampia

Napoli 12 ottobre 2012- Sia chiaro, la criminalità minorile è sempre esistita a Napoli, a Napoli nord ancora piu’ evidente. Minorenni armati, baby killer. Una generazione di capi clan poco piu’ che adolescenti. Una tragica realtà che divenne esigenza con Cosimo Di Lauro. Fu proprio lui a mettere in mano la pistola in mano ai ragazzini, in quanto con la scissione aveva perso i killer maturi e occorreva riorganizzarsi. Cosi la scelta cadde sugli amici con i quali giocava a calcetto, carriera fulminea, prima come spacciatori poi a 15 anni killer. E oggi sono loro i protagonisti della faida che si è riaperta alla periferia a nord di Napoli come emerge dal lavoro di intelligence di carabinieri e polizia sui 15 omicidi di camorra e 20 agguati consumati da gennaio. Una guerra che non ha strategia criminale, non esiste una regia o un leadership causata dai continui blitz che hanno portato dietro le sbarre i capi maturi. E in questo vuoto criminale e nell’assenza di interventi concreti sulle fasce piu’ deboli gli adolescenti hanno perso il comando e nessun boss ad impendirlo.E lo scenario che oggi si apre  agli inquirenti su questa zona di Napoli è sempre piu’ contorto e pericoloso in quanto sconosciuto, perché caratterizzato da ascese di estemporanee di baby boss. Un geografia variegata che vede il gruppo dei Baku tra i piu’ pericolosi e diffidenti . Secondi solo ai loro coetanei della Vanella Grassi, i rivali di Secondigliano. E poi c’è la terza frangia impazzita di quest’ultima fase che si riporta al gruppo Pagano Amato e che vede al vertice un latitante di appena 21 anni.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27