Lunedì 27 Giugno 2022

Terremoto nel Potentino, scosse avvertite anche a Napoli e Salerno

Salerno, 26 ottobre 2012 E’ stata avvertita anche in tutta la provincia di Salerno e in maniera particolare a Sapri e nel golfo di Policastro dove molta gente è scesa in strada, preferendo trascorre la notte nelle auto. La  scossa di magnitudo 5 che è stata registrata all’1.05 nella zona del massiccio del Pollino ha dunque raggiunto anche la Campania. A fuori grotta in particolare in molti hanno dichiarato di aver avvertito la scossa.  Secondo i rilievi dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 6,3 km di profondità ed epicentro in prossimità del comune potentino di Rotonda e di quelli cosentini di Laino Borgo, Laino Castello e Mormanno.
“Il sisma ha provocato panico tra le persone  –  racconta al telefono il capitano Emanuele Tamorri, comandante della compagnia carabinieri di Sapri –  la scossa è stata avvertita dall’intera popolazione ma fortunatamente, al momento, nel golfo di Policastro non si registra alcun danno”.

“E’ risaputo che la nostra area è a rischio sismico  –  spiega il consigliere regionale Giovanni Fortunato, anche lui sceso in strada la scorsa notte a Santa Marina  –  ma ciò che ci preoccupa maggiormente sono i vulcani sommersi che si trovano al largo della nostra costa. Per questo ci stiamo battendo contro la realizzazione del metanodotto che dalla Sicilia dovrebbe raggiungere il nord Italia attraversando la Calabria e il Golfo di Policastro. Ho già chiesto alla Provincia  –  conclude Fortunato – di effettuare dei controlli agli edifici scolastici della zona”. Intanto il comune di Sapri ha immediatamente predisposto una serie di controlli pressi gli istituti scolastici del territorio dove comunque non sono stati riscontrati elementi tali da compromettere l’agibilità delle strutture e la sicurezza degli studenti. Proprio ieri a Napoli si è tenuto il convegno sul rischio sismico nella nostra regione, e gli esperti hanno sottolineato come maggiormente in pericolo fossero le zone dell’entroterra. A rischio poi monumenti e siti archeologici con l’invito affinché la prevenzione parta dal comparto pubblico.

 

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27