Martedì 28 Giugno 2022

Alessandro Cecchi Paone presenta ” A reti unificate” prodotto dal Consorzio CMG

Napoli 14 novembre 2012- Cre­are un’alternativa trasmissioni tradizionali raccontando per la prima volta  il sud dal sud e dall’altra resist­e­re in modo autonomo nonostante la crisi galoppante, offrendo un’informazione penetrante ed una lettura dei fatti d’attualità che incidono sulla struttura sociale della Campania e del sud Italia in genere. Insomma una bella sfida quella raccolta da Alessandro Cecchi Paone, con il  programma “ A reti unificate”, prodotto dal consorzio CMG formato da Canale 8, Canale 9, Canale 21 e Televomero.  Si parte domani giovedi 15 novembre, alle 21 in diretta sulle 4 emittenti campane. Tema scelto per la prima puntata, prendendo spunto dal libro di Valentini “Brutti, sporchi e cattivi”,  I meridionali sono italiani? Ma “A reti unificate” non è solo una rivolta contro il degrado della tv generalista occupata dai partiti, sia nel pubblico che nel privato, rappresenta una vera e propria sfida  di vista imprenditoriale. In  una paese soffocato dalla crisi , in un’Italia che va male e dove tutti si dividono, quattro mettenti si consorziano avendo un unico progetto.

Immagine anteprima YouTube

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27