Domenica 26 Giugno 2022

Primarie del centrosinistra: – 6 giorni. Cala il numero di votanti a Napoli

Napoli, 19 novembre 2012 – Meno sei. E la Campania che pende a sinistra dirà con chi si schiera. Se a vincere è ancora la tradizione, quella che comunque sostiene di invocare il rinnovamento. O se la a trionfare sarà la rottura. Anzi, la rottamazione, a pescare dal gergo degli stessi rottamatori. O se, tra i due litiganti, a uscire dal sacco sarà l’uomo estremo e del Sud. Bersani o Renzi. O addirittura Vendola. La bilancia del centrosinistra campano pare pendere verso il primo. Ma tutto è possibile. Dopo la prossima domenica sarà tutto più chiaro. Non solo per la scelta del nome, ma anche per la tipologia di correnti che s’intersecano. Correnti politiche, ex bassoliniane, ex dalemiane, ex un po’ tutto che hanno da scrollarsi da dosso proprio quel prefisso: “ex”. Si fa la conta, nel frattempo, di quanti sono interessati a correre alle urne nella giornata di domenica. E si calcola che gli iscritti alle consultazioni elettorali hanno già sfondato il muro del 20mila nella sola città di Napoli, a cui si aggiungono i 12mila di Salerno e gli 8mila di Caserta. Un dato, quello del capoluogo, ancora molto lontano da quello del 23 gennaio 2011, quando alle consultazioni per la scelta del candidato che all’epoca erano riservate al solo Partito democratico, si presentarono oltre 44mila persone. E’ brutta pagina di storia che quel voto fu poi annullato, tra accuse di brogli elettorali, l’ombra della criminalità e i veleni che ancora oggi si trascinano. E forse si stanno trascinando su quanti, alla luce di quella domenica trascorsa inutilmente in fila alle urne delle rispettive sezioni, per rabbia o sfiducia hanno deciso di non iscriversi a votare. Dunque, il voto di Napoli va ben oltre la semplice scelta del candidato premier: tra Pierluigi Bersani, Matteo Renzi, Nichi Vendola, Laura Puppato e Bruno Tabacci. La macchina organizzativa è allo sprint finale. Ci si può registrare anche domenica 25, quando le urne sono aperte. E lo si può fare o rivolgendosi alle presso i 550 uffici aperti sul territorio regionale, 151 dei quali solo a Napoli e provincia, o anche seguendo le indicazioni della registrazione guidata sul sito: primarieitaliabenecomune.it. A Napoli sperano di raggiungere almeno quota 30mial iscrizioni. Dando dimostrazione di aver ritrovato una buona fetta del proprio elettorato e di aver cancellato i fantasmi del passato.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27