Lunedì 27 Giugno 2022

Rifiuti, allarme Asìa: “Termovalorizzatore non al top, si rischia una nuova crisi”

Acerra, 8 novembre 2012 – Primi segnali di un nuovo allarme rifiuti a Napoli. sono quelli lanciati dal direttore dell’Asia Raffaele Del Giudice in merito all’attuale situazione dello smaltimento: il termovalorizzatore di Acerra infatti lavora solo su due delle tre linee disponibili e del giudice da alcune notti ha disposto gli sversamenti dell’immondizia di Napoli nell’ex impianto Icm dell’area orientale e che il direttore ha definito un polmone che in questo momento consente a Napoli un po’ di respiro. Ma l’allarme è lanciato, i rallentamenti sull’ inceneritore potrebbero far collassare l’intero sistema e dalla provincia l’allerta rimbalza di nuovo ai tecnici di palazzo san giacomo. Dal comune virtuoso di san Sebastiano al Vesuvio, infatti il sindaco Giuseppe Capasso sottolinea di aspettare un valido e tempestivo  intervento di tutte le autorità a partire dalla regione per evitare che si arrivi alle fasi di crisi ben note degli ultimi tempi. Lo stesso sindaco denuncia poi che i camion restano in attesa agli stir anche 60 ore. In realtà le rassicurazioni arrivano dall’azienda lombarda a2a che gestisce l’impianto e che assicura che funziona regolarmente sulle due linee dedicate mentre la terza è in normale manutenzione. Nessuna crisi né all’orizzonte né tantomeno in atto e per avallare la sua tesi l’azienda snocciola numeri: a partire dalle 460 mila tonnellate trattate dall’inizio dell’anno oltre ai 420 GWh re- immessi nella rete elettrica e pari al fabbisogno energetico in nove mesi di 200 mila famiglie. Intanto sulla questione rifiuti ieri è intervenuto il ministro all’ambiente Corrado Clini che ha definito inaccettabile e ridicolo che i napoletani e i romani debbano pagare per mandare i rifiuti in Olanda o in Germania. In realtà ha sottolineato clini la colpa è anche delle regioni del nord Italia che non vogliono i rifiuti. Su questo punto il Ministro insiste per far restare i rifiuti in Italia attraverso una norma, al vaglio del Governo, che consenta in caso di necessità di portare i rifiuti delle regioni in crisi negli altri impianti italiani. Al ministro risponde però il vicesindaco Tommaso Sodano che ricorda che in realtà i viaggi della mondezza in Italia sarebbero più cari di quelli all’estero.

 

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27